Nuovo incontro al Comune tra Accorinti e Lo Monaco. Nuovi progressi, all’ACR anche il Celeste

IMG 7818 1280x852Nuovo faccia a faccia al Comune tra la proprietà del Messina ed il sindaco Renato Accorinti. Ad incontrare i cronisti, alle 20:30, è stato soltanto il primo cittadino: “Con l’ACR ci siamo prima di tutto confrontati sullo stadio “Giovanni Celeste”, indispensabile per il settore giovanile e gli allenamenti. Il Città di Messina di Elio Conti Nibali ha annunciato il suo passo indietro. Giocheranno ogni quindici giorni soltanto le gare casalinghe di campionato nella struttura di via Oreto. Sia per il “San Filippo” che per il “Celeste” verrà firmato un comodato d’uso di durata annuale. Successivamente potranno presentare al consiglio comunale una richiesta per la formalizzazione di una convenzione pluriennale per entrambe le strutture”.

Affrontata anche la vicenda dei concerti: “Per ciò che concerne gli eventi abbiamo richiesto agli organizzatori di comprimere in meno giorni le relative date dei concerti. Speriamo possano ad esempio privare l’ACR dello stadio San Filippo soltanto per un periodo compreso tra il 15 ed il 31 luglio, piuttosto che dal 6 luglio al 6 agosto 2015. Il Comune si assicura un’entrata mai ottenuta in passato. In passato Palazzo Zanca sborsava in media 70.000 € per organizzare un singolo evento, come contributo. E’ avvenuto anche in occasione dell’amichevole di lusso tra Juventus e Monaco. Questa volta invece ne ottiene 50.000 € come introito! Mi sembra un passo avanti evidente rispetto al passato. Nel disciplinare concederemo meno spazi possibili ai promotori dei due eventi. E’ ovvio che la sede della società e le postazioni necessarie per tesseramenti e campagna abbonamenti non verranno occupate. Se toccheranno un chiodo dovranno pagarlo: anche in passato vennero coperti i danni al manto erboso, come garantito peraltro dalla relativa assicurazione stipulata dagli organizzatori”.

(53)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *