Notte Bianca di San Nicola. Svelato il programma per la serata del 10 agosto

Manca poco ormai alla Notte Bianca di San Nicola tanto attesa dai messinesi e che vedrà Ganzirri diventare il centro di una grande festa all’insegna delle tradizioni sabato 10 agosto, a partire dalle ore 18.00. L’evento è stato presentato stamattina nel corso di una conferenza stampa nella sede del Comune di Messina e prevede un programma ricchissimo di iniziative sorprendenti, come le visite guidate a bordo delle feluche e la preparazione dal vivo di una maxi cassata da 150 kg.

Dopo il successo della prima edizione, l’evento ritorna con grandi novità e un programma pensato per valorizzare il piccolo borgo marinaro di Ganzirri coinvolgendo oltre 500 attori sociali e 40 associazioni. La parola chiave della serata è tradizione e saranno, infatti, il patrimonio culturale e la storia del villaggio della zona Nord della città dello Stretto i temi centrali attorno a cui ruoterà la Notte Bianca di San Nicola.

«Sarà un momento davvero importante – ha raccontato la rappresentante Feluche dello Stretto Palmira Mancuso – per la vitalità del nostro paese. Come prescindere dalle feluche se stiamo trattando le ricchezze culturali del nostro borgo. Abbiamo pensato a delle iniziative del tutto nuove per far scoprire le vie interne di Ganzirri, quelle meno conosciute e che vogliamo mostrare anche ai turisti. La Sagra del Pesce Spada porterà i presenti nelle vie interne, nella via Marina, e dove il pesce spada arriva direttamente dal mare. Ma non solo, l’evento vuole valorizzare davvero tutto ciò che Ganzirri ha da offrire, per questo ci sarà l’opportunità di incontrare i nostri fratelli siriani e africani per esaltare la multiculturalità del paese e parlare di accoglienza».

Il Programma della Notte Bianca di San Nicola

Degustazioni:

Come ad ogni festa non mancheranno le degustazioni, lo street food e i dolci. Oltre alla degustazione di pesce spada dello chef Nino La Fauci e il “pane cunzato” dei fratelli D’Arrigo, si potrà assaporare la maxi Cassata siciliana realizzata sul momento dai maestri pasticcieri dell’Associazione Duciezio.

Musica:

La musica sarà protagonista della Notte Bianca con numerosi momenti di intrattenimento tra cui il concerto degli Evergreen, le esibizioni di Eleonora Tavilla (finalista 2014 e 2015 del festival di Castrocaro) e di Clessidra (finalista di Sanremo giovani 2018) accompagnata dal chitarrista Carlo Butera. Calcheranno il palco anche i gruppi musicali “Sesta Marcia” e “Fenomeno di massa”, la banda di Pietro Mascagni, esibizione di Fanfara Bersaglieri dei Peloritani e degli Sbandieratori dell’Associazione Marduk “Città di Rometta”, della scuola di ballo “Meteora 90” del maestro Fabio Guarnera. E poi ancora musica live con Salvatore Barile, Andrea Zanghi e Awemusic.

Cinema, mostre e solidarietà:

Tante le mostre in programma: dalle auto d’epoca di “Fiat Club 500 Messina” alle vespe d’epoca del Vespa Club “Vespisti in libertà”, all’artigianato, arti, mestieri e fotografia. In programma anche la mostra della Polizia municipale dal titolo “171 anni al servizio di Messina” e quella dell’associazione pescatori Feluche dello Stretto sul tema mare in festa “Feluche per San Nicola”. Nel corso della serata si svolgerà anche un momento dedicato alla solidarietà con “Ganzirri a colori” a cura della giornalista Palmira Mancuso e di Sos Mediterranee con la partecipazione del Diaconato Valdese.

Altre novità: 

Al fine di far luce sulla storia del borgo di Ganzirri verrà proiettato il docufilm “Ganzirri: una parrocchia un uscita” e si potrà esplorare i dintorni grazie al Giro dei due Laghi con Marzia a cura della Cicloturistica Castanea. Sarà possibile partecipare a tante altre attività come il tiro con l’arco, mentre per i più piccoli sono previste animazioni e attività artistiche a cura di “World Animation”

La Festa religiosa è stata inserita nel tradizionale calendario dell’Agosto Messinese e patrocinata dal MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), dall’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo Regione Sicilia, dall’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dalla Città Metropolitana di Messina, dal Comune di Messina e dalla VI Circoscrizione.

(2796)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *