No inquinamento visivo. La protesta di due artisti contro le brutture di Messina

No inquinamento visivo

Oggi pomeriggio, alle ore 16:30, gli artisti Antonio Giocondo e Stello Quartarone rimuoveranno il telone bianco con la scritta “No inquinamento visivo” con il quale venerdì avevano coperto un vecchio punto di informazione telematico di Corso Cavour.

Un intervento artistico provocatorio volto a portare l’attenzione dei cittadini e dell’Amministrazione Comunale su questa ormai fatiscente struttura in ferro, che da anni macchia una delle zone centrali di Messina. In città di strutture simili ce ne sono altre due:

  • una è situata sul torrente Boccetta;
  • l’altra si trova a Piazza del Popolo.

No inquinamento visivo 2I due artisti oggi pomeriggio riporteranno alla desolante normalità la zona del corso Cavour.  La struttura ricoperta dal telo è stata oggetto degli sguardi incuriositi di molti messinesi. In tanti si sono chiesti cosa ci fosse nascosto sotto, talmente abituati a non fare più caso alle brutture che invadono la città.

Nei prossimi giorni gli artisti chiederanno al Comune di Messina l’assegnazione dello spazio degradato al fine di poterci collocare una loro scultura. «Eliminiamo l’inquinamento visivo, dando spazio all’Arte» questo il suggerimento dei due artisti.

(218)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *