Musumeci a Messina per il via ai lavori del torrente Bisconte-Catarratti

nello musumeci a messina per l'avvio dei lavori torrente catarratti-bisconte messinaUn intervento che si sarebbe dovuto fare già 30 anni fa: così il Presidente della Regione Nello Musumeci ha definito, durante la sua trasferta di oggi a Messina, i lavori per la messa in sicurezza del torrente Catarratti-Bisconte consegnati questa mattina alla ditta aggiudicataria dell’appalto.

nello musumeci a messina per l'avvio dei lavori torrente catarratti-bisconte messina«Mi dispiace che sia passato tanto tempo per realizzare un’opera che mette in sicurezza un’intera città – ha esordito il Presidente della Regione a pochi metri dal cantiere in cui presto si inizierà a lavorare. È il primo obiettivo al quale il mio governo guarda dal suo insediamento, mettere in sicurezza il territorio. In questo momento in Sicilia i mezzi pesanti stanno ripulendo una quarantina di fiumi. Tra lo scorso anno e quest’anno stiamo mettendo in sicurezza almeno 130 corsi d’acqua impegnando oltre 50 milioni di euro. Non si faceva da tanto, è ovvio che non basta».

Ma al di là dell’occasione della consegna dei lavori per il singolo progetto, lo sguardo, ha precisato Musumeci, punta a un orizzonte più largo: «Dobbiamo pensare al dissesto e in questo frangente abbiamo speso già 200 milioni di euro, dei quali il 60% circa solo nella provincia di Messina, perché è quella attualmente più bisognosa».

nello musumeci a messina per l'avvio dei lavori torrente catarratti-bisconte messinaSicurezza e risanamento sono stati i temi chiave della mattinata su cui è intervenuto anche il sindaco Cateno De Luca: «Questo è un momento fondamentale per il risanamento – ha dichiarato. L’anomalia di Messina è quella di avere i lebbrosari interni alla città. Sono zone fondamentali dove riqualificazione significa anche rivitalizzazione e delocalizzazione che stiamo già valutando insieme a dei ragionamenti con l’Università. Questi lebbrosari devono diventare una trampolino per il rilancio dell’intera città».

Sulla stessa lunghezza d’onda, in tema di sbaraccamento, il Presidente Nello Musumeci: «La coalizione di centrodestra all’Ars ha varato una legge che consente la costituzione di un’agenzia che a oggi lavora da oltre un anno. Abbiamo fornito la prima quota di finanziamento, siamo pronti a fornirne anche altri. Sono convinto che l’Agenzia per la Casa potrà completare l’opera in un anno e mezzo o due anni».

E se la città dello Stretto è entrata nell’agenda del governo regionale, spiega il Primo Cittadino, è perché «oggi c’è nella nostra città una predisposizione diversa rispetto al passato. Messina reagendo, si sta rimboccando le maniche e, come si dice in questi casi “aiutati che Dio ti aiuta”. In questo il Presidente Musumeci è sempre stato chiaro: “Muovetevi e il governo attenzionerà le dinamiche positive del territorio”».

Prima di procedere alla firma del contratto e al brindisi di rito, la benedizione del parroco di Bisconte: «Anche Bisconte e Catarrattti – ha esordito – devono reagire, e questo è l‘inizio di qualcosa di unico per questi due territori».

In cosa consistono i lavori al torrente Bisconte-Catarratti

Il progetto prevede la sistemazione idraulica del torrente, ma anche opere viarie di sistemazione e di razionalizzazione della sede stradale esistente che costeggia il corso d’acqua fino all’abitato di Catarratti. Sarà realizzata, inoltre, una nuova rete fognaria che andrà a sostituire quella attuale che per gran parte si sviluppa nell’alveo del torrente.

(257)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *