Milazzo, polo turistico: arriva la tassa di soggiorno

comune-di-milazzoMilazzo ottiene il “riconoscimento” di attrattiva turistica e i turisti che pernottano lì pagano pegno: arriva la tassa di soggiorno.  L’imposta è prevista per chi si ferma nel comune per almeno cinque notti in hotel, bed and breakfast, case-vacanze e campeggi. La delibera prevede la tariffa di un euro per alberghi e bed and breakfast a una e due stelle, campeggi, ostelli, case-vacanze, affittacamere e agriturismi; 1,50 euro per alberghi e B&B a tre stelle; 2 euro per alberghi a quattro stelle. Sono esenti dal pagamento della tassa tutti i residenti a Milazzo, alle Isole Eolie, i minori di 13 anni, le guide turistiche, gli autisti di pullman e i volontari presenti sul territorio in caso di calamità naturale. L’imposta di soggiorno verrà applicata dal primo giorno del mese successivo all’approvazione del Regolamento. Il Comune di Milazzo promette che il ricavato dalla tassa di soggiorno verrà utilizzato per promuovere le attività turistiche, le manifestazioni  e i servizi pubblici della località. 

(55)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *