Troppi “contribuenti fantasma”. De Luca annuncia l’arrivo dell’Ufficio unico delle entrate municipali

la giunta del sindaco cateno de luca in riunione con il dirigente del dipartimento tributi Antonio CamaMessina. A seguito dell’incontro con il dottor Antonio Cama, dirigente del dipartimento Tributi e ad interim Patrimonio, la Giunta guidata dal sindaco Cateno De Luca ha deciso di istituire una task force interdipartimentale denominata “Ufficio unico delle entrate municipali”.

Nel corso della riunione è emerso come sia mancato in questi anni un collegamento telematico non solo tra i vari dipartimenti comunali, ma anche tra gli uffici interni ai dipartimenti stessi. L’Ufficio unico è pensato proprio per risolvere questa “anomalia” creando una sola banca dati per ogni singolo contribuente, con un servizio unico di accertamento e riscossione, riducendo così il fenomeno dei “contribuenti fantasma”. Quei cittadini, cioè, che sfuggono a ogni forma di compartecipazione tributaria.

«Le stime in merito al fenomeno dei “contribuenti fantasma” – ha affermato il Sindaco – si aggirano ad oltre il 20% della complessiva base impositiva per l’ammanco di circa 20 milioni di euro l’anno di entrate correnti».

Ma le “anomalie” messe in evidenza dalla Giunta riguardano anche il patrimonio municipale: «Il mancato aggiornamento dell’inventario – si legge nella nota che fa il punto sull’incontro con il dottor Cama – ha comportato un disallineamento dello stato giuridico di una parte dei beni di proprietà del Comune».

Secondo il dirigente del dipartimento Tributi, inoltre, si deve provvedere a mettere in atto un’intensa attività di recupero crediti tributari: «Sia sotto il profilo del recupero dei crediti (il residuo attivo in bilancio) sia per quanto riguarda i crediti dei soggetti evasori dei tributi degli ultimi cinque anni, in quanto non prescritti».

 

 

(1156)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *