Messina. Porto di Tremestieri chiuso e centro invaso dai tir: «Servono soluzioni»

tir-rada-san-francescoMessina. Maltempo e pioggia, porto di Tremestieri chiuso per insabbiamento, tir che tornano a transitare dalle vie del centro congestionando il traffico cittadino: una mix causa-effetto ben noto ai cittadini dello Stretto per il quale è necessario trovare una soluzione efficace.

Il maltempo che nei giorni scorsi si è abbattuto su Messina ha spinto la Capitaneria di Porto ad annunciare la chiusura del Porto di Tremestieri per insabbiamento e, con la consapevolezza che l’inverno è alle porte e i lavori nell’approdo della zona nord sono lontani dall’essere conclusi, il consigliere comunale Libero Gioveni incoraggia l’Amministrazione ad individuare soluzioni temporanee in grado di garantire la sicurezza pubblica.

libero gioveni - consigliere comunale - messinaNonostante la reintroduzione dell’ecopass da parte dell’Amministrazione De Luca che Gioveni pare apprezzare un ticket a pagamento che permette ai i veicoli non residenti nelle province di Messina e Reggio Calabria di attraversare la città – l’esponente del PD non esita ad evidenziare come tale atto non basti a garantire i necessari livelli di sicurezza sulle strade.

Gioveni, nell’intento di individuare altre soluzioni a questi problemi di viabilità, ha convocato – in qualità di Presidente della Commissione mobilità urbana – una seduta del Consiglio comunale alla quale parteciperanno il vicesindaco Salvatore Mondello e il Dirigente e Comandante della Polizia Municipale. L’intento, ha chiarito il consigliere, è anche quello di rinnovare l’attenzione sulla «necessità “politica” più volte ribadita che si ottengano i poteri speciali per l’emergenza traffico».

Durante l’incontro, il consigliere spera di «porre in essere tutti quegli atti e quelle misure che contrastino con forza l’invasione dei mezzi pesanti nelle vie del centro, al fine di limitare il più possibile disagi e pericoli per la cittadinanza».

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *