Messina si stringe attorno alla Vara: la Processione raccontata in 25 foto

Nonostante siano passati quasi 500 anni da quando, per la prima volta, la Vara di Messina ha attraversato in Processione le vie della città dello Stretto, il trasporto e la devozione con cui abitanti e turisti, fedeli e non, il 15 agosto accompagnano il carro votivo da piazza Castronovo al Duomo non si è mai spento. Anzi, si rinnova di anno in anno.

Partita allo scoccare esatto delle 18.30, e preceduta da un momento di preghiera e dai fuochi d’artificio, la Processione ha seguito tutti i passaggi di rito per poi fermarsi ai piedi della Cattedrale, dopo la tanto attesa “girata” all’incrocio tra via Garibaldi e via I settembre. Ma questo Ferragosto, per un breve tragitto, la Vara di Messina ha avuto un tiratore d’eccezione: il sindaco Cateno De Luca che, nel corso della fermata di fronte alla Prefettura ha preso posto al “timone” della machina.

Nonostante i nuvoloni incombenti, tutto è andato per il meglio e migliaia di persone si sono riversate per le strade per un evento che è, sì, rito religioso, ma anche e soprattutto identitario. Tutti pronti, grandi e piccini, a catturare ogni istante della Processione con i propri smartphone, tutti col fiato sospeso ad attendere il passaggio del carro dedicato alla Madonna Assunta, tirato al grido di “W Maria” da centinaia di fedeli, per porgere il proprio saluto.

Arrivata al Duomo la Vara è stata posizionata in piazza per un momento di preghiera, dedicato a un bimbo malato, Francesco. Qui si è proceduto con il taglio delle corde, dopodiché, sebbene in molti siano rimasti nei paraggi, i più si sono spostati lungo il litorale o nei punti più alti della città dello Stretto per ammirare i consueti giochi pirotecnici.

Presenti diversi appartenenti alle istituzioni messinesi, dai consiglieri comunali agli assessori della Giunta De Luca. Non ha potuto presenziare all’arrivo della Vara sotto il Palazzo del Governo il Prefetto Maria Carmela Librizzi, a causa di un infortunio.

A breve, sulla pagina Facebook di Normanno, l’album dedicato ai tanti volti della Vara 2019 di Messina, dai tiratori, al pubblico, alle istituzioni.

(659)

Categorie

Attualità, Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *