Messina ricorda il terremoto del 1908: ecco gli eventi in programma

tn terremoto1908A 110 anni dal terremoto del 1908 Messina ricorda uno degli eventi che maggiormente hanno segnato il corso della sua storia recente attraverso una serie di manifestazioni, mostre, convegni e iniziative finalizzate a tenere viva la memoria di quella catastrofe e a diffondere la conoscenza delle pratiche antisismiche.

A dare il via all’iniziativa “1908 – 2018. A 110 anni dal sisma del 28 dicembre 5.20 Per non dimenticare”, che partirà oggi con una serie di eventi e si protrarrà fino al 13 gennaio 2019, sarà la Banda della Brigata Meccanizzata “Aosta” che, alle 19.00 di stasera, si esibirà al Teatro Vittorio Emanuele. Seguirà un momento di riflessione sulla storia del Vittorio Emanuele, curato dal prof. Giuseppe Ramires. Dopodiché verrà inaugurata la mostra di foto pre e post terremoto “5:21 Per non dimenticare” curata dal prof. Franz Riccobono.

eventi 110ecimo anniversario del terremoto del 1908 a messina«Già nell’immediatezza – ha commentato il prof. Riccobono – i messinesi avevano dichiarato l’intenzione di raccogliere le memorie della città distrutta, cosa che non è stata fatta. L’obiettivo, oggi, è quello di riuscire a creare un luogo della memoria, un museo sui terremoti».

Oltre a questi primi eventi, si segnalano: il 28 dicembre, alle 5.21 (ora in cui si è verificato il terremoto del 1908) i suggestivi “Una luce per ricordare” e “Un suono per ricordare”; il concerto danzante Danzaemotus alle 21.00 del 28 dicembre; e il convegno in due giornate “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908” cui parteciperanno esperti provenienti da diversi settori e ambiti disciplinari.

Gli eventi principali

Giovedì 27 dicembre

  • Ore 19.00 – al Teatro Vittorio Emanuele, la Banda della Brigata Meccanizzata “Aosta”, con l’esecuzione del brano musicale Aida di G. Verdi e bacchetta originale del M° Paolantonio, direttore dell’ultima rappresentazione del 27 dicembre 1908, cimelio custodito dall’Accademia Filarmonica Messina; momento della memoria riflessioni sulla storia del Teatro Vittorio Emanuele, a cura del prof. Giuseppe Ramires; Comitato Messina 908, Progetto Memoria, Memoria di 110 Nomi; inaugurazione della mostra di foto pre e post terremoto, curata dal prof. Franz Riccobono; proiezioni video sopra portali di ingresso del Teatro “5:21 Per non dimenticare”;
  • Ore 20.00 – nella Basilica Cattedrale, concerto “Armonie dello Spirito”
    Esemble Corale: Cappella Musicale della Cattedrale di Messina, polifonica La Perosiana, Corale S. Nicolo’
    Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria.

Venerdì 28 dicembre

  • Ore 05.21, nelle case dei messinesi, comitato cittadino 100 Messinesi per Messina 2mila8, “Una luce per ricordare”;
  • Ore 05:21,“Un suono per ricordare”, sulle navi in porto ed in transito nello Stretto fischi con sirene di bordo, con la collaborazione della Capitaneria di Porto di Messina, RFI Divisione Navigazione e Compagnie di navigazione;
  • Ore 05:21, liturgia del Mattutino a cura delle “Comunità Orientali di Messina Ortodosse e Cattoliche”, all’edicola votiva di S. Nicola dei Greci, via Garibaldi di fronte Prefettura.
  • Ore 9.30 – al Gran Camposanto Monumentale, la deposizione di una corona di fiori, offerta dalla Città di Messina in memoria degli oltre 80 mila morti, alla presenza del sindaco di Messina e della Città Metropolitana Cateno De Luca, del prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi, delle istituzioni, associazioni, strutture operative della Protezione Civile e delle Forze Armate di stanza a Messina;
  • Ore 10.00 – visita guidata ai principali monumenti del Cimitero Monumentale, progettato dall’architetto messinese Leone Savoja, a cura del dott. Giuseppe Finocchio. Nel corso della visita verrà consegnata ai partecipanti una raccolta di epigrafi in ricordo delle vittime del terremoto, a cura dell’arch. Teresa Altamore;
  • Ore 10.30 – a piazza Don Fano – piazza della memoria (largo Risorgimento), l’omaggio floreale della Città di Messina davanti alla targa marmorea, inaugurata il 28 dicembre 2008, in occasione delle celebrazioni promosse per il Centenario del terremoto-maremoto del 1908, presentazione idea progetto “Piazza della Memoria”;
  • Ore 11.30 – al Palacultura “Antonello da Messina” – inaugurazione Mostra “TERREMOTI D’ITALIA” del dipartimento nazionale di Protezione Civile;
  • Ore 12.00 – largo della Marina Russa – Consolato Federazione Russa, la deposizione di una corona al Monumento dei marinai russi con un momento celebrativo sull’aiuto dei marinai russi alla cittadinanza messinese;
  • Arciconfraternita dei Catalani deposizione corona d’alloro dedicata alle vittime del terremoto.
  • Dalle 15.00 alle 19.30, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, prima parte del convegno “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”.
    • Dopo i saluti del sindaco Cateno De Luca; del prefetto Maria Carmela Librizzi; del presidente della Regione Siciliana Sebastiano Musumeci; dell’arcivescovo metropolita di Messina Mons. Giovanni Accolla; del rettore dell’Università Salvatore Cuzzocrea; del dirigente generale DRPC Sicilia Calogero Foti; del dott. Agostino Miozzo, direttore ufficio promozione e integrazione del servizio nazionale DPC, il meeting sarà presentato dall’esperto del Sindaco per le attività di Protezione Civile Antonio Rizzo;
    • Ore 16.00 – interventi programmati dell’assessore comunale alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, del dirigente DRPC – Servizio Messina Alfredo Biancuzzo e del prof. Roberto Montanini, delegato del rettore per i rapporti con il territorio UNIME.
    • Ore 16.30 – per il settore “Ricerca Scientifica e Formazione”, relazioneranno il prof. Carlo Doglioni, presidente INGV; il prof. Giovanni Falsone, dipartimento Ingegneria – UNIME; il prof. Giuseppe Ricciardi, dipartimento Ingegneria – UNIME; il prof. Salvatore Giacobbe, dipartimento Scienze Chim. Biol. Farm. e Ambientali UNIME e il prof. Vincenzo Parrino, dipartimento Scienze Chim. Biol. Farm. e Ambientali UNIME;
    • Ore 18.00 – per il settore “Emergenza Logistica”, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Mario Falbo; il comandante della Brigata Aosta gen. Bruno Pisciotta; il comandante del Supporto Logistico della Marina Militare di Messina C.V. Giuseppe Catapano; ed il comandante della Capitaneria di Porto Messina C.V. Nazzareno Laganà.
    • Ore 19.45, per il settore “Emergenza Sanitaria”, il direttore C.O. 118 Messina Domenico Runci; il responsabile ASP 5 Messina Enzo Picciolo; il presidente AIMC Medicina delle Catastrofi Consolato Malara; e Francesco Rizzo direttore del dipartimento militare di Medicina Legale.
  • Ore 18.00Basilica CattedraleSanta Messa in suffragio delle vittime con le Confraternite della Città con il Centro Interconfraternale Diocesano. Al termine della funzione religiosa verrà deposto un omaggio floreale alla Colonna eretta in memoria delle vittime del 1908, accanto al Campanile;
  • Ore 21.00 – Teatro Vittorio Emanuele “5:21 PER NON DIMENTICARE”, spettacolo concerto danzante dedicato a Messina DANZAEMOTUS: tra memoria e visioni future “1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”, Galà di Beneficienza per attività di Protezione Civile.

Sabato 29 dicembre

  • Dalle 9.00 alle 13.30 – nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, la seconda parte del convegno1908 – 2018: A 110 anni dal terremoto del 28 dicembre 1908”.
    Per il settore “Previsione, Pianificazione ed Emergenza”, i lavori si apriranno con gli interventi del vicesindaco e assessore all’Edilizia Pubblica e Privata Salvatore Mondello; e del geologo Biagio Privitera del servizio di Protezione Civile della Città metropolitana e componente SIGEA Sicilia;

    • Ore 9.30, per il settore “Prevenzione, Censimento Danni e Ricostruzione”, seguiranno le relazioni dell’ingegnere capo del Genio Civile Antonino Platania; dei presidenti degli Ordini degli ingegneri Francesco Triolo; degli architetti Giuseppe Falzea e dei Geologi Sicilia Giuseppe Collura;
    • Ore 10.30 – per il settore “Assistenza alla Popolazione–Emergenza e Disabilità”, intervento dell’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore.
    • Ore 10.45 – per il settore “Solidarietà Nazionale ed Internazionale”, il Console onorario della Federazione Russa Nanni Ricevuto; Josè Gambino dell’Università di Messina; Franz Riccobono, esperto di Storia Patria; Enzo Caruso, direttore del Museo Storico delle Fortificazioni; e Daniele Macris, presidente della Comunità Ellenica di Messina;
    • Ore 11.45 – per il settore “Beni Culturali ed Emergenza”, il soprintendente ai Beni Culturali ed Ambientali Orazio Micali; e la dirigente del Museo Regionale Caterina Di Giacomo;
    • Ore 12.00 – il vescovo ausiliario dell’Arcidiocesi di Messina Mons. Cesare Di Pietro affronterà il tema “La Chiesa nella ricostruzione post sisma: Mons. Angelo Paino”;
    • Ore 12.15 – per il settore “Volontariato”, il presidente della CRI Messina Dario Bagnato; Pietro Delia della Misericordie Messina; Guido Graffeo del Lions Messina Peloro “Programma Alert Team”;
    • Ore 12.45 – “l’Area dello Stretto e la gestione emergenza a 110 anni dal 1908”, la giornata di lavori si concluderà con l’intervento del dirigente generale della Protezione Civile Regione Sicilia Calogero Foti;
    • Ore 17.30, al Palacultura “Antonello da Messina”, sarà proiettato il docufilm “1908/2018 – Area dello Stretto di Messina”, a cura della BioiKa Production.

Eventi collaterali

Venerdì 28 dicembre

  • Al Palacultura si terrà la mostra itinerante sui “Terremoti d’Italia” con la “Città Sismica” e la “Stanza Sismica” dipartimento nazionale della Protezione Civile.
  • Campagna Nazionale DPC Io non rischio” – Buone pratiche di Protezione Civile. Apertura Mostra: dal 27 al 28 dicembre 2018 dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.30 dall’8 al 26 gennaio 2019 dalle 9 alle 13.30 e dalle 16 alle 18.30 a piazza Unione Europea – esposizione di mezzi ed attrezzature dei Vigili del Fuoco di Messina, del dipartimento Protezione Civile Regione Siciliana, della Città Metropolitana di Messina, del Comune di Messina, del SUES 118, del Volontariato di Protezione Civile.

Domenica 30 dicembre

  • Ore 19.15 presso la Basilica Cattedrale – “Sulle tracce di Mons. Angelo Paino e P. Antonio Fermo” presentazione libro “Straordinari. Storie di uomini, cose e poeti da Messina a Mistretta” autore Antonio Italiano, Laura Mauro presentatrice e Domenico Gioffrè, organo;
  • Visite sulle Navi della Marina Militare e della Guardia Costiera ormeggiate nel porto di Messina; incontro e seminario di studio presso il Polo Regionale per i Siti Culturali di Messina – Museo Interdisciplinare di Messina per visionare il complesso monumentale del Nettuno del Montorsoli, unica opera messinese posizionata su piastra isolata sismicamente.

Martedì 9 gennaio

  • Mostra storico-fotografica “Messina all’indomani del Terremoto del 1908. I Baraccamenti Militari degli orti della Maddalena”, organizzata dalla direzione del dipartimento militare Medicina Legale e dal Museo Storico di Forte Cavalli, nella sede dell’ex ospedale militare di Messina;
  • Conferenza del prof. Enzo Caruso, direttore del Museo di Forte Cavalli, autore della ricerca e curatore della mostra.

Venerdì 11 gennaio

  • Ore 15.00 presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca – incontro organizzato in collaborazione con SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale) “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive per una prevenzione efficace in un Paese fragile” e CEA (Associazione Centro Educazione Ambientale Messina Onlus).
  • Ore 21.00 presso l’Auditorium del Palacultura “Antonello da Messina” – spettacolo teatrale a cura dell’Associazione AUSER dal titolo “Missina cc’era e … c’è”, per ricordare la storia di Messina per conoscerla ed amarla.

Domenica 13 gennaio

  • Dalle ore 9.30 alle 12.30, mostre alla Biblioteca Regionale Universitaria di Messina, alla Biblioteca Comunale Tommaso Cannizzaro e alla Biblioteca Painiana Seminario Arcivescovile “S.Pio X”;
  • Visita al C.E.R.I.S.I. Centro di Eccellenza Ricerca e Innovazione Strutture ed Infrastrutture dell’Università di Messina sede di laboratori per prove speciali nell’ambito dell’ingegneria strutturale e sismica;
  • Presso il Salone delle Bandiere diPalazzo Zanca – percorso urbano alla ricerca delle emergenze architettoniche monumentali post terremoto con il supporto di guide e tecnici specializzati ed in collaborazione con gli Ordini Professionali Lions Messina – Lions Alert Distretto 108 YB Sicilia;
  • Presentazione del Piano di Protezione Civile della Città di Messina: informazione alla popolazione, sistemi di allerta ed esercitazioni.
  • Gemellaggio Messina – Cefalonia (Isole Greche) in ricordo dei sismi dell’area del Mar Ionio a cura della Comunità Ellenica dello Stretto;
  • Mostra fotografica sul sisma di Cefalonia del 1953 in collaborazione con il Circolo Culturale “Rinforzo” di Cefalonia.

Sabato 19 gennaio

  • Ore 9.00 presso la Sala degli Specchi del Palazzo dei Leoni – Rotary Messina Peloro, Piano di Emergenza e Vie di fuga della Città di Messina.

Altri eventi collegati al tema della sicurezza sismica, e attualmente in fase di progettazione, si terranno tra gennaio e aprile 2019 e si concluderanno con la X edizione della Settimana della Sicurezza – Esercitazioni di Protezione Civile: “MESSINA RISK SIS.MA. 2019”.

(1170)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *