Messina. Riaperto il campo di atletica dell’ex Gil

foto accorinti durante inaugurazione ex gilMessina. Riconsegnata ai cittadini il campo di atletica ex Gil (ufficialmente “Campo Santamaria”). Conclusa, così, un’opera di riqualificazione che si aspettava da parecchi anni realizzata attraverso i nuovi finanziamenti per gli impianti sportivi.

L’assessore Sebastiano Pino e il dirigente dell’ufficio Manutenzioni, Orazio Scandura, i cui tecnici hanno redatto il progetto dell’ex Gil, hanno illustrato gli interventi effettuati e in particolare la realizzazione della nuova pista in resina poliuretanica, molto più elastica e performante del tradizionale tartan.

L’impianto dell’ex Gil di via Salandra, tra l’altro, era stato aperto lo scorso 20 maggio con la consegna provvisoria dei lavori per consentire la partenza della “Scalata a Dinnamare”, corsa podistica che sin dalla sua prima edizione ha sempre preso il via proprio dal “Santamaria”.

«Dopo vent’anni  – ha affermato l’assessore allo Sport, Sebastiano Pino – questa Amministrazione è riuscita a intercettare dei finanziamenti per la ristrutturazione e messa a norma degli impianti sportivi della città. Si parla di poco più di 5 milioni di euro, dei quali 2,4 milioni con i fondi del Masterplan e 2,8 milioni attraverso il bando “Sport e Periferie”. Completata l’ex Gil, sono stati consegnati e sono in corso i lavori dei campi di tennis e della piscina di Villa Dante: per i primi il completamento è previsto entro giugno, mentre per la piscina i tempi contrattuali sono di 150 giorni. È in corso di definizione la consegna dei lavori dell’Arena di Villa Dante, mentre entro due mesi si terrà la gara d’appalto per il Palasport di Mili».

«Per quanto riguarda i lavori finanziati con il bando “Sport e Periferie” – ha proseguito l’assessore – abbiamo firmato le convenzioni per “PalaTracuzzi” e campo di rugby di Sperone, i cui appalti sono previsti entro settembre; Coni Service ha invece avviato la procedura per la gara relativa alla piscina “Graziella Campagna”. Infine, per quanto riguarda lo stadio “Franco Scoglio”, attraverso il sistema della compensazione l’agenzia che produce i concerti della prossima estate effettuerà i lavori di sistemazione degli spogliatoi, sostituzione dei fari dell’illuminazione e altri interventi, per un totale di circa 125 mila euro, che restituiranno al San Filippo l’agibilità fino a 40 mila posti».

Per il sindaco, Renato Accorinti, questi interventi sono fondamentali per soddisfare il fabbisogno dell’intera cittadinanza: «considerato che nella zona Nord si trovano gli straordinari impianti dell’Università, con questi interventi al centro e nella zona Sud Messina diventa una città nella quale è realmente possibile praticare lo sport agonistico ma anche, cosa che per me è ancora più importante, l’attività di base».

(286)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *