Messina. Via al Progetto Camper: iniziativa per informare i giovani sui fenomeni di violenza di genere

Foto di una pugno chiuso, contro una donna - violenza di genereParte il “Progetto Camper”, promosso dalla Questura di Messina e fortemente voluto dal Capo della Polizia, ha lo scopo di influenzare positivamente le nuove generazioni rendendole consapevoli sui fenomeni di violenza.

Attenzione particolare è rivolta alle donne, vittime troppe volte di maltrattamenti e abusi, spesso anche all’interno delle mura domestiche.

La Questura ha voluto con questo progetto puntare sui giovani entrando in contatto con loro tramite la scuola e la chiesa,  riuscendo a stabilire un’empatia in grado di dare maggiore consapevolezza.

Il Progetto Camper avrà la durata di cinque settimane e si svolgerà nelle scuole superiori di Messina, privilegiando quelle con densità di frequentazione maggiore e quelle ubicate in zone più vulnerabili.

Altri incontri avverranno negli oratori situati nei pressi degli istituti scolastici, dove un camper con i colori di istituto presidiato da personale specializzato continuerà l’opera di divulgazione e sensibilizzazione della campagna sulla violenza di genere.

Saranno distribuiti, inoltre, opuscoli esplicativi e questionari da compilare e saranno mostrate proiezioni di film.

Il primo appuntamento sarà il 20 ottobre presso l’Istituto Professionale “Antonello” e l’Istituto Superiore “Majorana”, entrambi situati su Viale Giostra. Il lavoro delle forze dell’ordine sarà coadiuvato dal Cedav, ospedale Papardo, Evaluna ONLUS e Posto Occupato.

Il Camper della Polizia sarà presente nel pomeriggio a partire dalle 17.00 nei pressi dell’oratorio della Chiesa di San Matteo.

(56)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *