Sicurezza, riqualificazione e servizi: ecco i progetti della I Circoscrizione

sicurezza strada statale 114 mili marinaLa I circoscrizione di Messina, che include al suo interno diversi villaggi della zona Sud da Giampilieri a Zafferia, è una realtà in movimento e ha bisogno di una progettazione efficace che porti alla sua riqualificazione. A metterlo in evidenza sono i consiglieri del I Quartiere che, in un dettagliato documento sull’attività svolta negli ultimi mesi, puntano i riflettori sui problemi aperti del territorio, su ciò che è stato fatto e su ciò che ancora si deve fare.

Dalla necessità di una riqualificazione del territorio, all’abbattimento delle barriere architettoniche, al contrasto della microcriminalità, i 10 consiglieri della I Circoscrizione si concentrano sui problemi principali che, quotidianamente, coinvolgono i cittadini residenti sul territorio. Ma a preoccupare gli scriventi è anche il calo di fiducia dei messinesi nelle istituzioni che, secondo loro, dovrebbero tenere maggiormente in considerazione gli organi circoscrizionali, applicando «un reale decentramento».

Così Giovanni Scopelliti, Giovanni Culici, Maurizio Pietroburgo, Giuseppe Gulletta, Mario Crottogini, Antonino Crupi, Andrea Merlino, Francesco De Luca, Antonino Spuria e Alfredo Manganaro, nel documento inviato ieri, martedì 6 novembre, ricordano alcune delle questioni ancora aperte di cui si sta occupando il Consiglio della I Circoscrizione.

Tra i principali punti trattati spicca la necessità di dare il via, nell’attesa di una conferenza di servizi, a una serie di interventi riguardanti la sicurezza della SS 114, teatro negli ultimi anni di un numero elevato di incidenti. Tra le proposte dei consiglieri per rendere più sicura questa strada figurano una maggiore presenza di vigili urbani che regolamentino il traffico e l’installazione di rotatorie.

Questo perché la città, secondo i consiglieri, non è “a misura d’uomo”, ma dovrebbe esserlo; e dovrebbe essere percorribile in totale sicurezza, oltre che accessibile a tutti grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche. Proprio su questo punto è incentrato un documento redatto dal consiglio circoscrizionale lo scorso agosto.

Ma, soprattutto in questi giorni, e memori degli eventi passati, non è possibile parlare di sicurezza del territorio senza ricordare i torrenti che andrebbero messi in sicurezza e, in generale, la necessità di risanare Messina, riqualificarla e restituirle decoro. E anche di questo si stanno occupando i consiglieri che hanno sottolineato, tra l’altro, il bisogno di proteggere e valorizzare anche la fascia costiera, ovvero il waterfront.

Insomma, secondo i consiglieri, la I Circoscrizione e in generale la città dello Stretto hanno bisogno di cura, di una maggiore manutenzione e di una attenzione particolare ai servizi e alle esigenze di una cittadinanza che sembra stare perdendo fiducia nelle istituzioni.

(191)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *