Messina. Parcheggi in via Garibaldi: il videomessaggio dei commercianti

foto di via garibaldi - messinaMessina. L’associazione “Le vetrine di via Garibaldi” lancia un nuovo appello all’Amministrazione Accorinti perché si proceda con l’istituzione dei parcheggi a pagamento lungo il tratto della via Garibaldi che dalla Prefettura porta a piazza Castronovo.

Per farlo, l’associazione ha scelto di girare, insieme ad alcuni commercianti e residenti della zona, un videomessaggio da far circolare sul web e attraverso i principali social network.

La richiesta è motivata, ancora una volta, dalle difficoltà derivanti dall’assenza di parcheggi su un tratto della via Garibaldi molto frequentato e ricco di attività commerciali. In sostanza, secondo i commercianti della zona, i clienti non hanno dove fermarsi per poter fare i propri acquisti e, di conseguenza, preferiscono recarsi altrove, a svantaggio dei negozianti della zona, o a parcheggiare in sosta vietata, rischiando così multe salate.

Per questi motivi, lo scorso 7 febbraio, “Le vetrine di via Garibaldi”, attraverso la figura del presidente dell’associazione, Lillo Valvieri, ha portato avanti la richiesta di istituire degli stalli blu lungo il tratto in questione.

Nel corso dei primi incontri con l’assessore alla Viabilità, Gaetano Cacciola, e con il dirigente alla mobilità urbana Mario Pizzino, l’Amministrazione si era impegnata a dare il via a uno studio di fattibilità entro 30 giorni. Da allora, spiega il presidente Valvieri in una nota congiunta firmata insieme al vicepresidente Sebastiano Di Mauro e al segretario Giuseppe De Leo: «Non abbiamo più avuto notizie».

«Per questo motivo – aggiungono – abbiamo deciso di protestare e di farlo, insieme ai commercianti di una delle principali arterie stradali cittadine, attraverso un videomessaggio da diffondere su media locali e social network».

«Le nostre attività vanno a sgretolarsi – prosegue Valvieri – e si perde sempre più tempo per risposte che dovrebbero essere immediate. Mai abbiamo vissuto un periodo così duro dal punto di vista economico: delle semplici strisce blu possono fare la differenza e regolamentare la situazione dei nostri clienti. Troviamo assurdo che i cittadini non possano fermarsi senza rischiare multe salate nella zona di via Garibaldi che va dal viale Boccetta al viale Giostra».

Gli esercenti della via segnalano, infine, diverse carenze nella manutenzione della zona: «La mancata potatura degli alberi; l’assenza del servizio di derattizzazione; i marciapiedi in molti punti fatiscenti e senza le modifiche ai passaggi pedonali adeguatamente attrezzati anche per i diversamente abili, come invece accaduto per alcune vie del centro città».

 

(253)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *