Messina “palcoscenico” di un flash mob contro la violenza sulle donne. Vedi il link

flash MobCamminare per le strade del centro città e imbattersi in un gruppo di donne che “manifestano”. Esternano, con poche parole vergate su un semplice foglio bianco, il loro dolore, frutto della violenza usata e abusata sulle loro persone da uomini che non le rispettano. È questo il tema del “Flash Mob Non Convenzionale contro la violenza sulle donne ideato, con pochi mezzi ma con molta originalità, dalla studentessa  dell’Università di Messina Claudia Greco. Il segreto del Marketing Non Convenzionale? Fare leva sulle emozioni degli utenti, facendoli commuovere, divertire o pensare. E Claudia ci è riuscita.

Il video, realizzato per una tesi di laurea proprio sul Marketing non convenzionale, unisce tecniche di comunicazione 2.0 avvalendosi degli strumenti della rete e intrecciandoli con nuove forme di manifestazioni, quali il flash mob e il freeze (in cui i partecipanti si “congelano” per pochi minuti).

«Ho deciso di scegliere come tema del mio video la violenza sulle donne — spiega Claudia Greco, laureanda in Economia — perché è una causa sociale che mi sta molto a cuore e sono stanca di vedere che le tragedie riguardanti il femminicidio non fanno più notizia. Ecco, ho voluto sottoporre questo tema delicato a un esperimento di comunicazione e pubblicità: da un lato con il flash mob, dall’altro con la realizzazione del video del mob stesso».

Il flash mob, realizzato pochi giorni fa per le strade messinesi, ha incuriosito i cittadini che hanno visto il viale san Martino occupato da donne picchiate e rese mute da una benda, ognuna con un messaggio antiviolenza da mostrare ai cittadini.

Ne è venuto fuori un momento molto toccante per i passanti che hanno avuto modo di assistervi, e un video il cui intento è rendere visibile il tema della violenza sulle donne e dimostrare che il marketing deve seguire vie sempre più nuove, qualsiasi sia il tema o il prodotto da proporre.

«Il video, già in rete, sarà presentato alla seduta della mia laurea, in cui proverò alla commissione di aver creato un evento non convenzionale e un video virale” – ha detto Claudia Greco, che ha così concluso: – “I ringraziamenti vanno alle moltissime donne che hanno partecipato all’evento, alla FP Cgil che ha appoggiato l’iniziativa e ai giovani che hanno realizzato foto e video Maurizio Santamaria, Maurilio Forestieri, Fabrizio Micalizzi, Enrico Bellinghieri”.

 

http://www.youtube.com/watch?v=OXk4jJUdCz8

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *