Messina. Da domani parte il nuovo servizio bus di Atm…ma il tram?

Atm - tram messinaMessina. Partirà domani, sabato 6 ottobre, il nuovo piano di trasporto programmato da Atm, che prevede diverse novità per chi viaggia con i mezzi pubblici. Primo fra tutti, l’arrivo dell’ormai famoso Shuttle, che percorrerà l’intera città da Nord a Sud con l’ambizioso progetto “100 fermate in 100 minuti”. E poi il sistema a pettine con i villaggi e le zone collinare con una nuova numerazione e nuovi percorsi delle varie linee bus.

Tutto molto interessante ma… Ma che fine farà il tram?

Ancora nessuna novità dall’ATM su questo fronte. Di certo, l’idea del Sindaco Cateno De Luca è quella di abolirlo, e nelle scorse settimane è stata reso noto che il servizio tranviario verrà definitivamente dismesso da giugno 2019. Nella conferenza stampa di presentazione del piano invernale di trasporto pubblico, però, l’amministrazione di ATM non ha incluso il tram in maniera evidente nel nuovo sistema.

Secondo alcune voci di corridoio, però, il processo per dismettere progressivamente il servizio, inizierà proprio da questa domenica, con lo stop del tram nei giorni festivi. Quindi da domenica il tram sarà soppresso? Niente di ufficiale, lo sapremo per certo nelle prossime ore.

Intanto l’Atm ha avviato, per la giornata di oggi, una campagna informativa sul nuovo servizio bus, che partirà domani. Con il mezzo storico, alcuni operatori gireranno la città per diffondere orari, mappe e modalità del piano.

La novità è lo stravolgimento delle vecchie linee, che da 81 scendono a 33. Un sistema a pettine che conta nello sfruttamento di una linea orizzontale, quella dello shuttle, e di varie linee, provenienti dai villaggi collinari, che si intersecano con quella principale. Lo scopo è di liberare il centro dal traffico causato dalla confluenza dei bus verso Cavallotti e di creare un servizio efficiente, che spinga i cittadini ad usare di più i trasporti pubblici.

Lungo la linea principale verranno posizionate 10 stazioni di interscambio, che verranno costruite nei prossimi mesi e dove saranno aperti punti ristoro per rendere l’attesa più sopportabile. In attesa della costruzione delle stazioni saranno posizionate delle pensiline, dove i passeggeri non dovrebbero attendere più di 20 minuti la coincidenza dello shuttle per raggiungere il centro.

(1079)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *