Messina. L’Istituto Cesareo di Ritiro in piena emergenza. La denuncia del Consigliere Rossellini

20181108_161544

Messina. A quasi due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, l’Istituto Cesareo di Ritiro si trova in piena emergenza. Questo è quanto raccontato in una nota dell’esponente del Movimento 5 Stelle e consigliere della V Circoscrizione, Gabriele Rossellini che ha portato alla luce il problema di sicurezza per gli studenti, provocato dallo stato degradato dell’edificio.

«All’ingresso del plesso  – racconta il consigliere – la situazione non si presenta delle migliori, infatti all’esterno del cancello automatico, che non funziona da parecchi anni e che quindi rimane perennemente aperto, troviamo dei cassoni dei rifiuti stracolmi e all’esterno mobili vari e serbatoi in eternit.
Anche la segnaletica stradale sia orizzontale e verticale risulta totalmente assente compromettendo la sicurezza degli studenti ancor prima dell’ingresso a scuola».

Ma non finisce qui, la lista delle criticità è lunga e Rossellini continua elencando un’altra serie di problematiche:«Il cortile antistante risulta parzialmente utilizzabile vista la recinzione di sicurezza sommaria effettuata in modo precauzionale, a causa della caduta dell’intonaco dalla facciata, mentre la restante parte risulta piena di erbacce. In occasione delle piogge il terreno diventa un pantano, come del resto succede anche nel cortile interno, dove troviamo una scala antincendio stracolma di foglie che in caso di emergenza sarebbero causa di eventuale cadute e aumenterebbe la difficoltà nel far defluire i ragazzi».

Ma ad alimentare ancora di più la preoccupazione del consigliere e numerosi genitori è un episodio avvenuto circa 10 giorni fa quando, in seguito all’ondata di mal tempo che ha colpito Messina, sono state riscontrate delle infiltrazioni nell’edificio.

«Gli studenti della scuola – continua Rossellini – sono impossibilitati ad effettuare la lezioni di Educazione Motoria nella maestosa palestra a causa delle infiltrazioni nel tetto, costringendo la dirigenza scolastica alla chiusura precauzionale degli spazi interessati».

Non è solo il consigliere ad esprimersi sulla questione, anche una delle tante mamme, Sara Luca, ha condiviso l’amarezza per le difficoltà che i sui figli hanno nel poter svolgere regolarmente le attività scolastiche, mentre la rappresentante della classe 1C, Letizia Messina, ha sottolineato quanto sia inaccettabile per la sicurezza degli studenti lasciare il cancello sempre aperto.

«Al Comune  – conclude il consigliere della V Circoscrizione – interessa principalmente che la documentazione sia in regola, ai genitori, preme la reale messa in sicurezza delle scuole per l’incolumità di tutti coloro che nelle scuole, a diverso titolo, trascorrono parte della loro giornata».

 

(177)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *