Messina. Inizia l’iter per la nuova gestione dell’Acquario di villa Mazzini

foto dell'acquario di messinaRiaperto lo scorso 5 giugno, l’Acquario Comunale di Messina potrebbe presto trovare un nuovo gestore. Palazzo Zanca – nello specifico il Dipartimento cimiteri e verde pubblico – infatti, ha manifestato l’intenzione di avviare una procedura di gara per deciderne l’affidamento.

Al momento sul sito del Comune è presente solo la “determina a contrarre”, ovvero l’atto con cui la “stazione appaltante” – in questo caso la pubblica amministrazione – esprime la volontà di stipulare un contratto. Un primo passo, in sostanza, per poi avviare la procedura di selezione del nuovo gestore che si dovrebbe occupare dell’acquario per un periodo di 10 mesi, dal 3 marzo 2019 al 31 dicembre 2019.

Per quel che riguarda la procedura di selezione, si legge nel documento che “è stata individuata come modalità di scelta del contraente la procedura aperta da esperirsi con il criterio del prezzo più basso inferiore rispetto a quello posto a base di gara, ai sensi dell’art. 95 comma 4”. In sostanza, quindi, a breve dovrebbe essere pubblicato un bando per l’assegnazione dell’affidamento. Il prezzo a base d’asta indicato nella determina a contrarre è di 60.000,00 euro.

L’Acquario Comunale di Messina

L’Acquario Comunale di Messina, situato all’interno della villa Mazzini, è rimasto chiuso per diverso tempo a causa di problemi di natura burocratica. Lo scorso giugno, dopo essere stata sottoposta a lavori di ammodernamento che hanno portato alla creazione di una “vasca didattica” e di un nuovo percorso espositivo, la struttura è stata riaperta in occasione della giornata Mondiale dell’Ambiente.

Attualmente è visitabile due volte a settimana, il mercoledì e il giovedì, di mattina, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

(215)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *