Hub intermodale di Messina: firmata l’intesa con RFI. Cacciola: «grande risultato per la città»


cacciola hub

Messina. È stato firmato lo scorso 31 maggio il protocollo d’intesa tra il Comune di Messina e la Rete Ferroviaria Italiana per la realizzazione di un hub intermodale presso la Stazione Centrale. L’accordo mira al potenziamento della connettività della città dello Stretto in coerenza con gli indirizzi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, attualmente in fase di redazione.

L’intesa è stata siglata tra il sindaco Renato Accorinti, l’assessore alla Mobilità, Gaetano Cacciola, e dal direttore Stazioni di RFI, Sara Venturoni, con lo scopo di dare vita ad un centro di trasporto intermodale. Il progetto prevede l’attuazione di interventi di upgrading infrastrutturale e tecnologico, per incrementare dell’offerta di trasporti e collegamenti della stazione di Messina Centrale: una delle più importanti della Sicilia.

«Questo ultimo atto – racconta l’assessore e vicesindaco Gaetano Cacciola – di questi primi cinque anni amministrativi, rappresenta per me, la cosa più bella che ho potuto realizzare. Con l’intesa raggiunta siamo arrivati al culmine di un impegno fatto di dedizione, lavoro, telefonate, relazioni, programmazioni, rapporti ministeriali e incontri».

A coloro che avranno da ridire sulle lunghe tempistiche impiegate per la formalizzazione dell’accordo, Cacciola risponde enfatizzando la propria soddisfazione: «io sono tanto felice di essere riuscito ad ottenere tale atto, lavorando sino alla fine. Che Messina sia la prima città a firmare con RFI un protocollo per la realizzazione delle nuove stazioni-hub intermodali, mi riempie di orgoglio».

Il progetto di riqualificazione dell’area della Stazione è stato delineato durante l’incontro avvento a Roma lo scorso 16 gennaio alla quale hanno partecipato sia il sindaco Accorinti che l’assessore Cacciola.

Con l’intesa appena raggiunta della durata di tre anni,  si ambisce a migliorare le connessioni già esistenti grazie ai servizi ferroviari e quelli di traghettamento veloce nella stazione di Messina Marittima e di potenziare l’accessibilità dei sistemi di trasporto pubblico e privato.

Ma il protocollo prevede anche delle nuove iniziative: la creazione di un nuovo terminal per il trasporto su gomma, parcheggi dedicati e nuovi percorsi ciclopedonali.

Durante la firma dell’accordo a Palazzo Zanca è stato anche istituito un tavolo tecnico che avrà il compito di monitorare le fasi di avanzamento del progetto. La convenzione rientra nel più ampio orizzonte delineato dal Piano industriale 2017-2026 di FS Italiane, che vede tra i suoi pilastri la centralità delle stazioni ferroviarie come hub urbani della mobilità integrata e sostenibile.

(638)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *