Messina. Dati in beneficenza 500 kg di pesce sequestrato

pesceLa Guardia di Finanza ha sequestrato 500 kg di pesce e il Comune ha donato tutto in beneficenza (o “beneficienza” come si legge nel comunicato stampa). Ad annunciarlo sono l’assessore alle Politiche Sociali, Nina Santisi, e l’assessore alle Politiche del Mare, Sebastiano Pino.

Un esempio di costruttiva collaborazione tra le Forze dell’Ordine e l’Amministrazione comunale che ha reso possibile l’importante donazione della enorme quantità di pesce a diverse associazioni di volontariato ed enti caritatevoli, che quotidianamente offrono un pasto caldo alle persone meno fortunate.

Gli enti che hanno accolto l’invito, si sono recati al Comando della Guardia di Finanza nella Zona Falcata ed hanno ritirato grandi quantitativi di pesce in base al numero delle persone ospitate. Queste le associazioni beneficiarie: Casa Serena; le mense di S. Antonio e di Cristo Re; le associazioni Santa Maria della Strada, Piccole Sorelle dei Poveri, e Cosmos dello Stretto, l’IPAB Regina Elena, la Casa di ospitalità Colle Reale, la Comunità di Sant’ Egidio e Madre Maria Teresa Cortimiglia, Casa Ahmed, Casa Noemi, la Cooperativa sociale Arzilla, lo SPRAR di Villa Lina, Sofia Idelson e l’Albero della vita.

Questo bellissimo esempio di solidarietà è stato reso possibile grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Comandante della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Messina, Tenente Colonnello Salvatore Valea e del Luogotenente Giuseppe Spanò.

 

(507)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *