Messina. Consegnati i lavori per la nuova Via Don Blasco: termineranno a marzo 2020

I lavori per la realizzazione della nuova via Don Blasco possono finalmente iniziare. È stato siglato questa mattina, infatti, il verbale per la consegna dei lavori alla ditta che si occuperà di realizzare la strada di collegamento tra viale Gazzi e l’approdo F.S.

Dopo un percorso accidentato e anni di rinvii, oggi c’è una data: l’11 marzo del 2020 la nuova via Don Blasco dovrebbe essere completata. La nuova strada è stata pensata per alleggerire il traffico nel centro cittadino offrendo un’alternativa alla via La Farina. Inoltre, ha comunicato il vicesindaco Salvatore Mondello, sono stati avviati anche i lavori del Porto di Tremestieri e quelli che interesseranno la litoranea di Galati, con la messa in mare di pennelli per il ripascimento della litoranea stessa e la sua protezione.

Stamattina a siglare la consegna dei lavori a Palazzo Zanca erano presenti, tra gli altri, il sindaco Cateno De Luca, il vicesindaco e assessore alla Viabilità Salvatore Mondello e il direttore dei lavori, Antonio Rizzo, che hanno espresso la propria soddisfazione per il risultato raggiunto.

«Vorrei sintetizzare il mio intervento con la parola “finalmente” – ha dichiarato il Primo Cittadino – in quanto sono trascorsi vent’anni dalla prima fase progettuale, si sono alternati sette primi cittadini e due commissari».

Stando a quanto specificato nel contratto sottoscritto con l’impresa esecutrice, la Società Corsortile MEDIL a r.l. di Benevento, i lavori dovranno essere ultimati in 320 giorni lavorativi, corrispondenti a 465 giorni naturali e consecutivi. Il completamento, quindi, è previsto per l’11 marzo 2020.

Come si legge sul sito del Comune, gli interventi saranno così suddivisi: “i tronchi di inizio lavorazioni cantiere riguardano il tronco 4 scalo merci Fs, metri 400; 5 Asta Zaera, 200 metri; 6 via Industriale, metri 180; 10/11 via Franza (via Acireale) metri 720 per un totale di 1500 metri. Relativamente agli importi per il tronco 4 è prevista una spesa di 1.920.890,00 euro; per il tronco 5, 4.436.740,00 euro; per il tronco 6, 595.500,00 euro e per il tronco 10/11, 1.244.178 euro, per un totale della fase 1 pari a 8.197.308,00 euro”.

«Da subito – ha commentato il vicesindaco Mondello nel corso della conferenza di questa mattina – abbiamo riscontrato delle criticità, che hanno richiesto massima applicazione, affinché tale opera potesse avviarsi nonostante corti circuiti istituzionali e mancanza di sinergia tra enti. Negli ultimi sei mesi invece si è lavorato tutti insieme per il bene della città; un plauso va rivolto al Genio Civile, all’Autorità portuale, che era stata lasciata da sola, al Demanio marittimo e allo staff della direzione lavori».

(195)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *