Messina città cardioprotetta: mercoledì la consegna del defibrillatore a Palazzo Zanca

Prosegue il progetto “Messina città cardioprotetta” di Renato Accorinti: mercoledì verrà consegnato il defibrillatore destinato a Palazzo Zanca. L’obiettivo del progetto dell’ex Sindaco è quello di creare una rete di condivisione per ridurre il rischio di morte per arresto cardiaco.

Renato Accorinti consegnerà al Comune di Messina il nono defibrillatore semiautomatico che si aggiunge agli altri già posizionati in punti strategici della città, donati con la differenza tra l’indennità di sindaco e lo stipendio da professore maturata in cinque anni di mandato.

L’apparecchiatura salvavita, per la cui installazione è stato necessario realizzare una apposita colonnina, verrà collocata proprio all’ingresso centrale di Palazzo Zanca, nelle immediate vicinanze del corpo di guardia della Polizia municipale.

Nelle scorse settimane i tecnici hanno installato i primi otto defibrillatori in postazioni individuate da Accorinti, insieme agli esperti del settore: Commissariato Messina Nord della Polizia di Stato (villaggio Matteotti all’Annunziata), caserme dei Carabinieri di Giostra-Ritiro e di Faro Superiore e alcuni punti strategici come le farmacie di Castanea e Galati Marina, il bar Donato di Torre Faro, il bar De Luca di Briga Marina.

Nel mese di maggio verrà consegnato il defibrillatore destinato all’isola di Filicudi, mentre l’undicesimo verrà donato alla città di Reggio Calabria per essere collocato a Palazzo San Giorgio.

(92)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *