Conferenza SPRAR: ecco come Messina affronta il tema dell’accoglienza

Immagine di repertorio - Integrazione, accoglienza, migrantiMessina ha preso parte alla prima Conferenza nazionale delle operatrici e degli operatori SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), tenutasi il 19 e il 20 febbraio all’interno del Parco della Musica di Roma. Durante l’incontro l’assessore alle Politiche Sociali Nina Santisi ha raccontato l’esperienza della città dello Stretto in materia di accoglienza.

Tema della due giorni romana, organizzata dal Servizio Centrale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dal Ministero dell’Interno per fare il punto sul sistema di accoglienza dello SPRAR è stato “L’accoglienza che verrà: i dati, le voci, le storie”.

«La partecipazione del nostro Comune alla conferenza nazionale – ha spiegato l’assessore Santisi nei giorni scorsi – è l’occasione per raccontare come la città affronta localmente la sfida globale dei flussi migratori e come lavora la rete che si è attivata sul nostro territorio. Esserci significa anche caratterizzarsi come città che guarda all’inclusione. Il sistema SPRAR è il modello per l’accoglienza diffusa e l’integrazione, alternativo all’approccio centralizzato».

l'assessore alle politiche sociali nina santisi presenta l'esperienza di messina in materia di accoglienza alla conferenza sprar di romaLa rete dei Comuni aderenti al Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati è cresciuta molto nel corso del tempo. Attivo dai primi anni del 2000, il progetto vede la collaborazione tra enti locali e operatori del terzo settore, finalizzata a garantire interventi di “accoglienza integrata” che vadano oltre la semplice distribuzione di vitto e alloggio. Il modello SPRAR prevede, infatti, iniziative volte alla creazione di percorsi individuali di inserimento socio-economico realizzati attraverso servizi di informazione, assistenza e orientamento.

Nel corso della Conferenza, l’Assessore alle Politiche Sociali ha presentato il lavoro svolto, intervenendo con una relazione sul tema “Le comunità accoglienti dello SPRAR come modello di integrazione per l’Europa”. L’occasione le ha permesso di raccontare alla rete dei comuni aderenti l’esperienza di Messina nel progetto “Arrival Cities”, promosso da Urbact. Il prossimo 24 aprile 2018 la città dello Stretto sarà, infatti, tra le protagoniste dell’incontro che si terrà a Bruxelles per la presentazione finale dei casi di studio e dei risultati ottenuti.

Alle due giornate hanno partecipato, insieme all’assessore alle Politiche sociali: il dirigente del Dipartimento Politiche sociali, Domenico Zaccone, e i coordinatori dei progetti SPRAR, “ordinari” e “vulnerabili”.

(168)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *