Messina. Il 16 dicembre il referendum per la nascita del Comune di Montemare

Foto del Comune di Messina - Piazza Unione Europea - Normanno.com

Messina. Il Comune di Montemare  potrebbe diventare realtà. Si troverebbe nella fascia Nord della città e comprenderebbe i villaggi rivieraschi e quelli collinari, corrispondenti agli ex-quaritieri XII e XIII. Il 16 dicembre si terrà il referendum in cui i cittadini saranno chiamati a votare per prendere una decisione.

La proposta risale a circa 8 anni fa dal Comitato promotore Montemare, e il progetto fu presentato a palazzo Zanca il 1 giugno 2012, quando si avviò l’iter previsto dalla legge regionale 30/2000. L’idea di creare un nuovo Comune è nata dalla necessità di dare un’identità distinta ai villaggi collinari della zona nord, che pur appartenendo al comune di Messina, non condividono i medesimi bisogni e interessi con la città dello Stretto. Persino le tradizioni e la cultura sono differenti secondo il Comitato.

Il nuovo Comune di Montemare andrebbe a coprire 60,84 dei 210 Kmq del complessivo territorio messinese. Se il referendum avrà esito positivo, portando dunque all’istituzione del nuovo comune, Messina perderà circa il 28,97% dell’intero territorio corrispondente al 3,40% della popolazione.

L’area comprenderebbe le zone da Ortoliuzzo ad Acqualadrone, tutte le Masse, la zona di Campo Italia e Gesso, fino ad arrivare a Pizzochiarino. La decisione di dare avvio al referendum è stata presa in seguito alla pubblicazione del decreto della Regione dell’agosto scorso,per l’autorizzazione referendaria. La votazione si terrà il 16 dicembre, dalle ore 7.00 alle 22.00.

(1790)

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *