Messina città che spreca: quasi 9.000 tonnellate in più di rifiuti nel 2018

A Messina si producono più rifiuti, ma cresce la percentuale della raccolta differenziata: è questo il quadro offerto dal report Città in Cifre pubblicato da Palazzo Zanca, che analizza com’è cambiata la vita dei messinesi dal 2012 al 2018.

In questi giorni in cui la raccolta differenziata porta a porta si sta pian piano estendendo a tutto il territorio urbano di Messina può essere utile ripercorrere attraverso i numeri il modo in cui è cambiata la gestione e la produzione di rifiuti in città.

Il primo dato che salta agli occhi, va da sé, è quello riguardante la raccolta differenziata, avviata a spizzichi e bocconi solo dal 2016 e solo in due delle circoscrizioni cittadine (la I e la IV), almeno per quanto riguarda il porta a porta. Restava possibile, e lo è tutt’ora, per gli abitanti di altre zone, conferire direttamente alle isole ecologiche posizionate in aree strategiche della città.

Ma quanto è cresciuta la raccolta differenziata dal 2017 al 2018? Secondo il report fornito dal Comune, l’incremento è di 4 punti percentuali, che portano Messina al 18,09% (e ancora ben al di sotto del traguardo del 65% che porterebbe la città a conformarsi alla normativa nazionale). In termini di variazione percentuale la differenziata cresce del 38% circa e l’indifferenziata del 3% circa rispetto al 2017.

Altro dato da tenere in considerazione, e forse il più allarmante da un certo punto di vista, riguarda la produzione totale di rifiuti: nel 2018 si registra una crescita del totale dei rifiuti prodotti (120.189 t) rispetto all’anno 2017 (+8.924,00 tonnellate). Sono state 113.421 le tonnellate di rifiuti conferiti in discarica.

In sostanza, quindi, cresce sì la raccolta differenziata, e questo non può che essere positivo, ma cresce anche la quantità totale dei rifiuti prodotti in città: Messina, in pratica, spreca di più in un momento in cui l’obiettivo dovrebbe essere quello di produrre sempre meno spazzatura.

(210)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *