Messina. Acquistati altri 20 alloggi per togliere le famiglie dalle baracche

Sono 20 gli alloggi appena acquistati destinati al risanamento di Messina: la compravendita si è conclusa questa mattina a Palazzo Zanca, alla presenza del sindaco Cateno De Luca e del presidente di A.RIS.ME. Marcello Scurria.

«Anche l’acquisto di oggi è stato effettuato con i fondi Pon Metro – ha dichiarato il Sindaco – e si aggiunge a quello di altre venti unità abitative avvenuto lo scorso 23 ottobre in modo tale da completare così la rendicontazione del Pon Metro che riguarda circa 3 milioni e mezzo di euro. L’Agenzia per il Risanamento sta selezionando settanta immobili per assegnarli a Capacity, che non ha più immobili, e per noi è fondamentale mettere a sistema tutti i programmi».

Entro l’anno è in programma l’acquisto di altri immobili, per arrivare a un totale di 200: «Entro il 31 dicembre si chiuderà uno stock importante di 100 – 120 immobili. Attualmente abbiamo nel cassetto circa 14 milioni di euro della legge 10 che dobbiamo assolutamente spendere entro il 31 dicembre. L’obiettivo conclusivo è quello di arrivare all’acquisto di circa 200 immobili che ci consentirà di risolvere varie criticità e con oggi prosegue il nostro percorso di risanamento attraverso atti concreti».

«È un altro piccolo passo in avanti – ha aggiunto il presidente Scurria – verso la soluzione di un annoso problema. È chiaro che ci muoviamo con la massima celerità. Queste venti abitazioni, come le precedenti, sono dislocate su tutto il territorio comunale da Giampilieri a Mortelle e saranno destinate ai trentasei nuclei familiari delle case D’Arrigo. Ringrazio lo staff e i collaboratori di A.Ris.Me per la dedizione nel lavoro svolto».

(487)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *