Messina: abbattuti 250 alberi a rischio crollo. Il piano potatura del 2019

potatura alberi di fronte al tribunale di messina

Saranno destinati 6 milioni di euro per porre fine all’emergenza degli alberi pericolanti a Messina. Ad annunciarlo è il Sindaco Cateno De Luca, ancora una volta tramite i social.

Lo scorso anno sono crollati numerosi alberi nella città dello Stretto e si è iniziato a parlare di una vera e propria emergenza alberi. Tra le principali cause ci sono le ondate di mal tempo che hanno colpito la città negli ultimi mesi, ma anche l’evidente negligenza nei confronti del verde urbano che ha messo a rischio la sicurezza dei cittadini.

Lo scorso settembre, infatti, una ragazza alla guida del suo motorino ha sfiorato la tragedia quando è stata colpita di striscio da un ramo che si è staccato da un grande albero in Piazza Santa Caterina Valverde. Compreso il pericolo, il Comune di Messina ha immediatamente avviato le procedure necessarie per la messa in sicurezza degli alberi, procedendo all’abbattimento di quelli considerati troppo pericolosi e alla potatura degli altri.

«Ora – racconta il Sindaco in un posto su Facebook – si sta passando dal censimento ed abbattimento degli alberi a rischio schianto alle potature ordinarie. Anche su questo fronte abbiamo registrato l’assenza di potatura dei circa 18.000 alberi da oltre 20 anni».

Il primo cittadino prosegue spiegando che sono già stati destinati 800 mila euro nel 2018 per interventi urgenti e sono circa 250 alberi a rischio schianto che sono stati già abbattuti. Per gli anni 2019 e 2020, sono invece stati destinati 6 milioni di euro per avviare e completare le potature ordinarie ed evitare scenari simili nel futuro.

 

 

(275)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *