Chiazze di melma sul mare a San Saba e Rodia: AMAM avvia i controlli

spiaggia di rodia, messinaIl mare della zona Nord di Messina nella lente d’ingrandimento dell’AMAM. Negli ultimi giorni, infatti, l’Azienda ha ricevuto diverse segnalazioni riguardanti chiazze di melma avvistate nelle acque di San Saba e Rodia, a seguito delle quali è intervenuta con controlli ordinari e straordinari.

Dai primi accertamenti dei tecnici non sono stati riscontrati malfunzionamenti del depuratore della zona Nord di Messina. In ogni caso, l’Azienda ha provveduto a ulteriori controlli di sicurezza per capire la natura delle chiazze segnalate: «Sono stati prelevati – si legge in una nota di AMAM – campioni per le analisi delle acque, a garanzia della salute pubblica e per indagare l’origine e la natura della presenza anomala di sostanze surnatanti (sostanze che galleggiano nell’acqua perché di densità inferiore, ndr) nell’area costiera indicata, i cui esiti si attendono nei prossimi giorni».

«Sono altresì in corso – prosegue l’Azienda – i controlli per verificare l’esistenza di eventuali scarichi a mare “abusivi” e domani si procederà alle ulteriori campionature rientranti nelle attività routinarie di monitoraggio e controllo, estese anche alle acque marine, così come previste nella pianificazione che AMAM effettua, in applicazione alla Tabella 7 della legge regionale 27/86, richiedendo appunto l’analisi periodica delle acque costiere entro i 100 metri dalla battigia».

A manifestare la propria preoccupazione per la situazione, nelle scorse ore, l’associazione Radici che ha commentato: «È paradossale che mentre si parla di bandiera blu il mare di Rodia e San Saba abbia dei problemi che stanno creando seri disagi ai frequentatori. Il nostro mare e le nostre spiagge sono una risorsa che dovrebbe essere utilizzata e sfruttata al meglio».

(654)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *