Maturità 2017: 5 consigli last minute per affrontarla senza paura

Mancano poco meno di 24 ore all’inizio della Maturità 2017. Ad affrontarla, in tutta Italia, saranno ben 505.686 i candidati iscritti all’esame (489.168 interni e 16.518 esterni). Ma quanti di loro riusciranno a presentarsi sorridenti e rilassati domani mattina davanti scuola? Il giorno prima degli esami, si sa, lasciarsi prendere dal panico è davvero facile. Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere una mini guida con 5 consigli last minute per sostenere la maturità senza (troppa) paura.

studente maturità 2017

1. Basta studiare.

Si, avete capito bene. Trascorrere tutto il giorno sui libri servirà soltanto a far aumentare l’ansia da esame. Focalizzatevi, invece, sui quei due o tre argomenti che proprio non vi piacciono e cercate di comprenderne le linee generali. Meglio pochi concetti chiari che tante nozioni confuse.

2. Uscite di casa e andate a correre.

Una bella corsa vi aiuterà a scaricare lo stress. Se non siete dei tipi atletici, basterà anche una breve passeggiata all’aria aperta e, dato che siamo a Messina, due passi in riva al mare potrebbero essere un toccasana.

3. Non esagerate con il caffè.

Avrete bisogno di essere sereni e riposati: troppa caffeina può interferire con la qualità del sonno. Per lo stesso motivo, è meglio evitare anche di eccedere con le bevande energizzanti.

4. Andate a letto presto.

E’ normale sentirsi insicuri la sera prima della Maturità. Questo, però, non deve impedirvi di riposare. Dormire almeno 8 ore è fondamentale per poter affrontare con la giusta grinta le varie prove. Non vorrete mica passare la notte a fissare il soffitto?

5. Fatevi accompagnare da qualcuno a cui tenete.

Che sia la migliore amica, un fratello o un genitore, avere accanto nei momenti immediatamente precedenti all’esame una persona che vi incoraggia e che crede nelle vostre capacità è fondamentale per entrare a scuola senza paura e pronti per questa Maturità 2017.

Non resta che aggiungere un’ultima cosa: In bocca la lupo maturandi!

(102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *