Maltempo: mareggiate, pioggia e tanti disagi per la popolazione

maltempo mareL’inverno è ancora lontano ma l’ondata di maltempo che, ieri, ha colpito l’intera provincia messinese, ha causato parecchi disagi alla popolazione.

Nella fascia ionica, il forte vento ha spinto sabbia e detriti dalla spiaggia al lungomare. A Sant’Alessio, la via Marina è stata chiusa mentre a Santa Teresa di Riva, sabbia e detriti hanno invaso le strade creando disagi alla circolazione.

A Scaletta Zanclea, in nottata, il mare ha invaso le strade che collegano il lungomare con la strada statale.

Stessa situazione a Furci Siculo dove, una forte mareggiata ha creato non pochi disagi per la popolazione. A Santa Teresa Riva le fortissime raffiche di Levante hanno trascinato le barche in mezzo alla strada del lungomare.

Tanta la paura nella popolazione della provincia ionica, provata in passato da tragedie legate al maltempo.

La pioggia ha flagellato, inoltre, per circa tre ore la popolata frazione di Canneto a Lipari. Terriccio, detriti e acqua hanno fatto da padroni lungo le vie dell’isola raggiungendo l’altezza di 80-90 cm nella zona di Calandra, e rendendo, quindi, impossibile l’accesso nelle abitazioni.

A complicare la situazione si è aggiunto il mare in tempesta che ha inondato la Marina Garibaldi, non rendendola più percorribile dai mezzi, e lambito le abitazioni poste sul lungomare.

A Vulcano sono state registrate due frane, subito rimosse da una ditta privata inviata dal sindaco Marco Giorgianni.

Chi si era illuso dell’inutilità del codice rosso lanciato nelle ultime ore è stato smentito. La speranza è che i fenomeni si attenuino anche se le previsioni fanno pensare ad una situazione perturbata per tutto il corso della giornata odierna.

 

(618)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *