Lidi ed esercizi notturni, un’ordinanza per limitare i suoni molesti

discotecaDa metà giugno, la stagione estiva ha portato nella nostra città, oltre all’eccessiva afa, anche la riapertura dei lidi e della movida notturna lungo tutta la riviera. Gli esercizi notturni, specie i locali in prossimità di condomini e singole abitazioni, disturbano la quiete dei cittadini, che hanno inoltrato lamentele e proteste all’amministrazione comunale.

A questo proposito è stata emessa un’ordinanza sindacale, per limitare e regolamentare le “emissioni sonore dei pubblici esercizi che effettuano trattamenti musicali e/o danzanti nel territorio comunale per la stagione estiva 2016”. Questi, secondo l’ordinanza, dovranno rispettare fino alla fine della stagione (21 settembre) i seguenti orari: Domenica, Lunedì, Martedì, Mercoledì e Giovedì dalle 17 fino all’una di notte; Venerdì, Sabato e Domenica dalle 17 alle 2. Per le attività che utilizzano impianti elettroacustici altamente direttivi unitamente ad interventi passivi di mitigazione del rumore, se necessario, gli orari saranno dalle 17 alle 4 per ogni giorno della settimana.

La trasgressione dell’ordinanza prevede una sanzione amministrativa del pagamento di una somma a partire da 516 a 5.164 euro, nonché, nel caso di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, la sanzione di cui all’art. 10 del Regolamento Comunale per la disciplina di tali esercizi. È prevista anche la contestuale applicazione del sequestro delle apparecchiature e degli strumenti di diffusione dei suoni, ai sensi dell’art. 13 della legge 689/91, per cinque giorni consecutivi, e l’eventuale confisca amministrativa.

L’ufficio di Gabinetto che ha redatto l’ordinanza spiega che l’osservanza delle regole emesse ha come scopo principale, oltre al semplice rispetto della quiete pubblica, la comunione pacifica di tutti i cittadini, basata sui compromessi e il “venirsi incontro”. Per di più, il provvedimento vuole essere una misura preventiva contro tutti quei comportamenti di degrado e disturbo che possono ripercuotersi in modo rilevante sulla sicurezza urbana e rappresentano la causa di incidenti che mettono, quindi, a rischio l’incolumità e la salute dei cittadini.

(130)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *