La via Torino come via Nicaragua: il IV Quartiere ribatte un colpo al Comune

via TorinoC’è un’altra via Nicaragua in città: per il consiglio del IV Quartiere è la via Torino. La circoscrizione, con il presidente Francesco Palano Quero, ha scritto al Comune chiedendo la riapertura al transito veicolare della strada dopo la predisposizione di tutti gli atti segnalati nell’aprile 2012 al dirigente comunale al Patrimonio. Il Consiglio della IV Circoscrizione con la delibera n. 10 del marzo 2012 già richiedeva all’amministrazione comunale di “Accertare la natura giuridica pubblica della intera via Torino e, accertata la pubblicità anche del tratto ostruito al transito, di far rimuovere le strutture fisse abusive (nello specifico 2 cancelli), al fine di consentire la fruizione veicolare della via Torino nella sua interezza, in senso rotatorio, da via Industriale fino al Cavalcavia (Tommaso Cannizzaro) e infine di subordinare il rilascio della nuova concessione edilizia, richiesta in Via Torino, alla riapertura al transito veicolare dell’intera strada ed inoltre alla realizzazione, come opere compensative da parte della ditta proponente, di almeno 5 nuovi punti luce, oltreché di un intervento di scarifica e bitumazione dell’intera strada”. Fino a oggi, nonostante le richieste del IV Quartiere, la via Torino resta ostruita al transito. La circoscrizione segnala che il dirigente comunale a Patrimonio e Demanio Cutroneo aveva attestato nel 2012, scrivendo all’allora assessore al Territorio Giuseppe Corvaja, che la via Torino, essendo sprovvista di numerazione particellare, doveva ritenersi pubblica e chiedeva contestualmente alla sezione Tutela del Territorio della Polizia Municipale di accertare quali fossero le opere abusive che hanno vietato il transito. @Acaffo 

(61)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *