La Messina del mito nel post di Vinicio Capossela

Foto di Vinicio Capossela a Messina pubblicata su Instagram, Teatro Vittorio EmanueleUn tuffo nel mito è quello che Vinicio Capossela ha regalato ai suoi follower su Instagram ieri sera con un post che ritrae il Colapesce di Guttuso dipinto nella parte interna del Teatro Vittorio Emanuele. Un post scritto ad arte (è proprio il caso di dirlo) che trasmette tutta la magia e l’unicità di Messina «città di miraggi, di aedi, di pescatori magici, di Pilone e di terra che trema». Una città che spesso dimentica di aver visto nascere artisti e di aver ispirato poemi e leggende, «fondata da giganti e retta da un Colapesce».

È una Messina legata al mito quella del post del cantante su Instagram non solo per la sua storia ma anche per le sue architetture, i suoi luoghi d’arte: “Il teatro Vittorio Emanuele è sempre stato un miraggio, mai raggiunto in questi anni, e da quello iniziamo: dallo stretto, giacché le ombre nell’inverno sono la strettoia dalla quale tutti gli spettri, devono passare – ricordi e leggende incluse.”

E infine Capossela chiude sullo Stretto, il posto – scrive – dove gli asini e i muli arriveranno per congiungersi ai «pesci, sante vergini, creature degli abissi e “gettati a mare”».

Un modo di leggere Messina che purtroppo spesso dimentichiamo e che, l’arte e i veri artisti possono e devono ricordarci. Che sia attraverso un post su Instagram o un concerto o una mostra, poco importa. È importante, anzi, indispensabile, tenerlo sempre a mente.

Messina, città di miraggi, di aedi, di pescatori magici, di Pilone e di terra che trema. Città di primi prosatori, di cadaveri che sanguinano e sudano, della “Machina” e della “Vara”…fondata da giganti e retta da un Colapesce. Il teatro Vittorio Emanuele è sempre stato un miraggio, mai raggiunto in questi anni, e da quello iniziamo: dallo stretto, giacché le ombre nell’inverno sono la strettoia dalla quale tutti gli spettri, devono passare – ricordi e leggende incluse-… Gli asini e i muli dei Nebrodi arriveranno fino dietro al telo per congiungersi a pesci, sante vergini, creature degli abissi e “gettati a mare”. Tutti allo stretto, indispensabile! V. Ombre nell’inverno – 16 novembre 2017, Teatro Vittorio Emanuele Ultimi biglietti disponibili: bit.ly/Vmessina #Ombrenellinverno

Un post condiviso da Vinicio Capossela (@vcapossela) in data:

Vinicio Capossela ha scelto come seconda data del suo nuovo tour teatrale “Ombre nell’inverno” proprio Messina.

Uno spettacolo che egli stesso descrive sul suo sito come “il congedo in teatro della stagione della Cupa e dell’Ombra, col declinare del sole le giornate si accorciano e le ombre si fanno più lunghe. Si proiettano nell’Inverno incombente. Ombre del focolare, ombre di spettri e di fantasmi personali. Ombre da trovare nelle tasche dei giacconi e nelle scarpe sfondate dal cammino. Le ombre si allungano d’inverno, si fanno filiformi e nebbiose, lattee, femminili. Si allungano alla luce del fuoco di un bidone o di una candela, sempre ci parlano di noi, della nostra parte nascosta e più intima”.

Per gli interessati di seguito il link per acquistare i biglietti per la tappa di Messina di Vinicio Capossela.

 

(305)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *