La giunta comunale firma l’anticipo dei fondi per stipendi e tredicesime. Per l’Atm a breve ottobre

municipioConfermato il trasferimento dei fondi statali la giunta ha comunale ha siglato la delibera che anticipa i fondi per stipendi e tredicesime di comunali e partecipate. Per l’Atm, invece, con il dodicesimo, sarà pagato ottobre forse entro il 25 ed entro fine mese probabilmente giungerà un altro arretrato.
Nella delibera di Giunta sono stati previsti 8,5 milioni di euro per le spettanze (tredicesima e stipendi) dei quasi duemila dipendenti del Comune di Messina, circa 3,2 milioni di euro per i lavoratori di Messinambiente, circa 2,4 milioni per l’Ato3 a coprire anche il saldo delle spettanze pregresse del 2012, 2 milioni per i Servizi sociali e 1,4 per l’Atm.
“Tiriamo un sospiro di sollievo – affermano il segretario generale della Cisl Fp Calogero Emanuele e il segretario generale della Fit Cisl Enzo Testa – viene ripagato, in questa vicenda, è stato il confronto e l’impegno di tutti, manifestazioni spropositate e protesta fine a se stessa oggi non paga. Siamo convinti che le iniziative e le rimostranze, anche vibranti, vanno fatte al momento opportuno. Dobbiamo prendere atto che gli uffici comunali hanno lavorato incessantemente. Lo scenario che si era profilato nei giorni scorsi, infatti, non lasciava intravedere soluzioni positive, paventando un Natale anari e triste per i lavoratori, senza poter assolvere alle spese di prima necessità e di sostentamento delle famiglie interessate”.

“La cosa più importante è che i lavoratori possano trascorrere un Natale sereno, senza soffrire l’angoscia di non poter fare neanche un regalo ai loro figli. L’Amministrazione Accorinti, grazie al lavoro svolto dal vice-sindaco Guido Signorino e al segretario generale Antonio le Donne, consentirà alla FP CGIL e ai propri iscritti di non trascorrere un altro anno di protesta ai piedi di palazzo Zanca”: è la soddisfazione della segretaria generale della FP CGIL, Clara Crocé, per la notizia relativa al pagamento di stipendi e tredicesime al personale diretto e indiretto del Comune. Un risultato reso possibile grazie al lavoro svolto in sinergia tra la Giunta e la FP CGIL, negli ultimi giorni protagonista di una serie di incontro con i vertici dell’Ente per sciogliere il nodo pagamenti.

“Avevamo ragione – commenta la Crocé – , alla fine si è verificato quanto da noi annunciato: se la Giunta avesse aspettato l’arrivo dei trasferimenti statali, non ci sarebbe stato il tempo di liquidare le somme dovute ai lavoratori, perché tra tempi tecnici, tempi amministrativi e rallentamenti degli uffici, i conti correnti dei lavoratori non sarebbero stati rimpinguati entro le scadenze prefissate”.

(39)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *