“La classe non è plastica”: Amam in campo per una Messina plastic free

borraccia amam la classe non è plasticaLiberare l’acqua e il pianeta dalla plastica: è questo l’obiettivo della nuova iniziativa plastic free di Amam Messina “La classe non è plastica” che mira a promuovere un uso consapevole di una risorsa indispensabile, partendo da un gesto semplice: la consegna di borracce termiche dispenser di acqua di rubinetto.

Si parte, com’è naturale che sia, dai banchi di scuola, per lanciare un messaggio chiaro alle nuove generazioni, ma non solo: «Dalle fonti sino al rubinetto di casa – scrive l’Azienda –, l’acqua è un bene prioritario per la vita dell’uomo e va tutelato, mai abusato perché possa essere garantito anche alle fasce deboli e alle generazioni a venire».

Per questo motivo, e adeguandosi alla normativa comunitaria, Amam Messina lancia il suo programma plastic free, in collaborazione con istituzioni pubbliche e private, per ridurre al minimo il consumo di un materiale tanto abusato quanto dannoso per il pianeta.

“La classe non è plastica” parte quindi dalle scuole per favorire la conoscenza e la promozione di abitudini più sostenibili, attraverso azioni semplici come può essere quella di riempire d’acqua una borraccia da un distributore anziché acquistare bottigliette su bottigliette (di plastica).

Le prime scuole di Messina ad aderire sono stati gli istituti comprensivi: Paradiso Petrarca, Elio Vittorini, San Francesco di Paola, Giovanni XXIII, Tremestieri, Paino Gravitelli, A. Luciani, Pascoli e La Pira. Amam consegnerà quindi a studenti e docenti di queste strutture i primi dispenser d’acqua e le prime borracce recanti il simbolo dell’Azienda.

La campagna verrà presentata presso Palazzo Zanca il prossimo lunedì 21 ottobre.

(251)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *