L’Udc attacca l’amministrazione per il blocco dell’Edilizia: “Avete chiesto un chiarimento errato alla Regione”

de cola condono edilizioEdilizia bloccata e la colpa – per l’Udc – è anche dell’amministrazione comunale che ha inviato una nota al Servizio Via (Valutazione d’Impatto ambientale) della Regione con una richiesta di chiarimento sulle procedure da seguire per il condono di fabbricati abusivi. I consiglieri comunali Mario Rizzo, Libero Gioveni, Franco Mondello, Mariella Perrone e Andrea Consolo hanno parlato alla stampa per segnalare il caso. Da anni, infatti, molti privati attendono che gli uffici comunali espletino le pratiche burocratiche di condono edilizio. Il mese scorso il dipartimento regionale ad Ambiente e Territorio della Regione ha risposto all’amministrazione evidenziando che in attesa della valutazione ambientale strategica e del nuovo piano regolatore generale “Permane il divieto di edificazione in tutte le aree Natura 2000 ricadenti nel territorio comunale”. Per l’Udc non è così perché vige ancora il Piano regolatore generale del 2002 che non prevede queste regole. Il partito ha sottolineato che nel 75% del territorio comunale, comprese le Zps (zone a protezione speciale), non si può costruire visto che Palazzo Zanca ha recepito le indicazioni – a loro dire errate – della Regione. Con la presa di posizione dell’Udc si è schierato Pino Falzea, presidente della Fondazione Architetti del Mediterraneo, insieme ai componenti. 

(36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *