Inarsind: “Bilanci dell’Ordine degli Ingegneri non corretti”

Ordine IngegneriAll’Ordine degli Ingegneri le cose non andrebbero bene. L’Inarsind ha scritto una nota in cui contesta i bilanci del gruppo retto da Santi Trovato.

Questo il testo:

“Si è svolta il 27/05/2013 presso il Palacultura l’assemblea degli iscritti all’Ordine degli Ingegneri di Messina, convocata per la seconda volta a seguito del rinvio votato nella seduta del 15 u.s., per l’approvazione dei bilanci consuntivo 2012 e preventivo 2013. –
Nella prima assemblea (del 15 u.s.) il tesoriere ing. Triolo ed il presidente ing. Trovato avevano posto ai voti il bilancio consuntivo 2012, ma alla richiesta di numerosi colleghi, di avere chiarimenti su alcune delle voci più significative del bilancio stesso, il Presidente ed il Tesoriere non hanno potuto esibire i giustificativi di spesa, pertanto il Consiglio ha dovuto accettare la richiesta di rinvio dell’approvazione, votata a maggioranza. L’assemblea per l’approvazione del bilancio è stata riconvocata in data 27 u.s. Tuttavia da verifiche effettuate da alcuni ingegneri presso la sede dell’Ordine nei giorni tra il 15 ed il 27 di maggio, si sono potute riscontrare diverse carenze e incompletezze negli atti
contabili messi in visione, oltre a spese e costi non giustificabili. Tale grave situazione è stata stigmatizzata in un documento, sottoscritto da numerosi colleghi, consegnato agli atti dell’assemblea del 27 u.s. (vedi allegato). Preso atto di quanto finalmente stava emergendo, già prima della seconda assemblea (del 27 u.s.), il Presidente ing. Trovato ha presentato, nella stessa assemblea, una mozione nella quale chiedeva il rinvio dell’approvazione del bilancio e la contestuale costituzione di una commissione finalizzata alla verifica degli atti contabili ed alla loro  corrispondenza con le poste del bilancio.
Tuttavia, prima della votazione sulla sopra indicata mozione, si sono registrati numerosi interventi di ingegneri che si sono espressi con toni perentoriamente critici nei confronti del Tesoriere ing. Triolo, del presidente ing. Trovato e del Consiglio tutto, per inadeguatezza,l’improvvisazione e il pressapochismo con cui è stato presentato il bilancio stesso, che, si rammenta, era già stato precedentemente posto all’approvazione degli iscritti.
A tali critiche ha ritenuto di dover ribattere solo il tesoriere ing. Triolo, che nulla ha chiarito nel merito delle gravi questioni poste dall’assemblea, anzi ha suscitato ulteriori dubbi. La mozione del Presidente è stata approvata a larga maggioranza. Quindi sono stati votati dall’assemblea sei ingegneri quali componenti della commissione verifica bilancio.
Il Sindacato, in prima fila nella battaglia intrapresa per la trasparenza e l’efficienza dell’Ordine, con il contributo di numerosi altri ingegneri, ha già ottenuto un primo successo: la manifesta incapacità del Consiglio a presentare un bilancio 2012, formalmente corretto e sostanzialmente adeguato, ha fatto sì che si dovesse porre “sotto tutela” di fatto il Consiglio stesso, in materia di bilancio”. 

 

(26)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *