Il Comune di Messina corre in aiuto di ATM: trasporto pubblico a rischio

Foto autobus nuovi ATM Messina - MunicipioIl Comune di Messina va in soccorso di ATM e decide di anticipare alla partecipata i versamenti di febbraio, marzo e aprile per un totale di circa 3 milioni di euro. L’Azienda del trasporto pubblico locale, infatti, denuncia da tempo una crisi di liquidità che le avrebbe impedito di pagare gli stipendi dei dipendenti e che metterebbe a rischio forniture e, di conseguenza, il funzionamento del servizio.

Secondo quanto riportato dalla delibera che attesta la decisione della Giunta Comunale, la crisi sarebbe stata provocata dalla necessità da parte di ATM di provvedere, lo scorso dicembre, al pagamento di debiti verso l’erario ereditati dalle gestioni precedenti per oltre 5 milioni di euro.

Risulterebbe, inoltre, come si legge nel documento, che: “BNL, nella qualità di tesoriere di ATM, ha evidenziato tale grave carenza di liquidità, ritenendo di non poter consentire l’utilizzo dell’anticipazione di cassa fino al limite massimo di 6.947.595,25 euro – come per legge – nelle more dell’approvazione, da parte dello stesso tesoriere, del Piano di Rientro di ATM, dalle anticipazioni di cassa relative all’anno 2018”.

Per questi motivi, l’Amministrazione Comunale ha deciso di anticipare le mensilità di febbraio, marzo e aprile, per un totale di 3.189.999,99 euro (IVA inclusa) per consentire alla Partecipata di tamponare la crisi, versare gli stipendi ai lavoratori (ancora in attesa dei salari di dicembre) e pagare i fornitori. 

(766)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *