Il Centro Studi di Confindustria organizza il convegno “Pensare lo Sviluppo. Pensare la città”

confindustria2“Pensare lo Sviluppo. Pensare la città” è il tema del convegno promosso dal Centro Studi di Confindustria Messina, che si svolgerà il prossimo 7 marzo alle 16.00, nei locali del Royal Palace Hotel. L’iniziativa punta ad attivare elaborazioni, sollecitazioni e confronti sulle possibili traiettorie di sviluppo della nostra comunità. Nell’attuale fase di crisi, in cui l’interesse generale diventa preponderante, persistono limiti e difficoltà nell’individuare e progettare un’idea di sviluppo condivisa che sia obiettivo e valore per la nostra città. Così come avviene per la nascita di un’impresa o di un prodotto, a monte dello sviluppo di una comunità c’è un’idea. Quando l’idea viene organizzata, nasce un progetto. Con questa iniziativa, aperta a tutte la collettività, il Centri Studi di Confindustria Messina vuole prospettare le diverse direttrici lungo le quali è possibile tracciare una progettualità comune. Desidera parlare alla città dell’idea e del progetto; di come, in modo coeso, una comunità possa elaborare un’idea di sviluppo. Introdurrà i lavori il Presidente del Centro Studi di Confindustria Messina, Ugo Magno. Al dibattito contribuiranno: la prof.ssa Caterina Resta, Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Messina; l’arch. Nicola Aricò, Facoltà di Ingegneria dell’Università di Messina; il dott. Gaetano Giunta, Fondazione di Comunità di Messina; il prof. Guido Signorino, Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina.  Seguirà una Tavola rotonda alla quale parteciperanno Ivo Blandina, Presidente Confindustria Messina; Giusi Furnari Luvarà, Libertà e Giustizia; Tonino Genovese, Segretario Provinciale Cisl; Giuseppe Falzea, Presidente Ordine Architetti; Ferdinando Croce, Zda; modera Piero Orteca, Consigliere culturale della Fondazione Bonino-Pulejo. La conclusione dei lavori sarà affidata al Presidente di Confindustria Messina, Ivo Blandina. 

(43)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *