I 10 punti di Aula Aut. I ragazzi incontrano il Sindaco a Piazza Casa Pia

Accorinti3Una Conferenza stampa “open air” e giro del quartiere con Renato Accorinti: questo il nuovo appuntamento con i ragazzi di Aula Aut, che esporranno al Primo Cittadino di Messina 10 punti per traghettare la città verso il miglioramento. L’appuntamento è per Giovedì 4 Luglio a Piazza Casa Pia. Sulla scia del successo dell’agorà pubblica organizzata a Piazza Cairoli, Giovedì 20 Giugno, che ha visto il confronto tra i candidati a Sindaco Renato Accorinti e Felice Calabrò, Aula Aut, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Peppino Impastato, ha deciso di riproporre l’evento con le stesse modalità. Questa volta, però, a essere sotto i riflettori sarà solo il neo Sindaco.

I 10 punti che i ragazzi porteranno all’attenzione di Accorinti riguardano gli spazi pubblici, i cittadini e la possibilità di rivalsa di un intero nucleo urbano. Ecco il decalogo proposto: Ubicazione e modalità di cura del Museo Nazionale Antimafia a Messina; soluzione alla gestione scorretta della Zona Falcata, abbandonata al degrado; rivalutazione di Piazza Castronovo con organizzazione, nella villetta antistante il piazzale, di gruppi di studio, che coinvolga tutti gli istituti messinesi; rivalutazione di Piazza Casa Pia; disoccupazione: Aziende come l’Atm e la Triscele sono costrette a licenziare decine di dipendenti ogni mese, è il momento di dire basta, trovare ora una cura è essenziale per evitare il disastro; installazione del servizio di bike sharing: introdurre nel territorio un noleggio di biciclette elettroniche, al fine di sostenere lo spostamento privo di mezzi, a costi  abbordabili per tutti; organizzazione di attività ricreative per i bambini dei quartieri popolari; organizzazione di un tavolo triangolare (Comune-Studenti-Consulta) per trattare l’edilizia scolastica: lavoro di recupero degli istituti messinesi fatiscenti;intitolazione di una via al 9 Maggio: giorno in cui vennero barbaramente assassinati Aldo Moro e Peppino Impastato; creazione di una sede dedicata all’Associazione Nazionale Peppino Impastato: uno spazio donato al gruppo di lavoro antimafia.

«I punti proposti sono decisamente importanti — dichiarano gli organizzatori —, siamo arrivati a un momento cruciale del futuro della nostra cittadina, l’innovazione è alle porte e ora più che mai abbiamo bisogno di confronto: naturalmente potranno intervenire, durante l’evento, anche i presenti. Il fatto che la conferenza stampa avvenga “open air” e fuori dagli uffici comunali è un grande segnale di come la musica sia decisamente cambiata: lo spartito, ora, va scritto necessariamente con i cittadini».

(49)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *