Gran Camposanto: Un “degrado da far resuscitare i morti”

gran-camposanto-5La ricorrenza dei defunti è alle porte e moltissimi messinesi si recheranno nei cimiteri per rendere omaggio ai propri cari. Il Cimitero monumentale però non sembra essere pronto ad accogliere i cittadini in modo degno, tutt’altro.  La situazione di degrado del Gran Camposanto oggi è sotto la lente d’ingrandimento consigliere Comunale Fabrizio Sottile che denuncia lo stato di abbandono dei luoghi in una nota, corredata da fotografie che non lasciano spazio a dubbi. Sottile chiede al Sindaco di fare subito un sopralluogo sul posto per effettuare una ricognizione e di conseguenza intervenire per la messa in sicurezza di alcune parti del cimitero e ripristinarne le condizioni igieniche minime.

“Strutture pericolanti, erbacce, immondizia di ogni tipo. Si trova davvero di tutto al cimitero monumentale di Messina- scrive Sottile. Tutto tranne la dignità e il rispetto, anch’essi evidentemente sepolti definitivamente sotto una fitta coltre di indifferenza, sciatteria e totale mancanza di umanità”. foto-gran-cmposanto

“La condizione di abbandono – prosegue Sottile – in cui versa il principale cimitero della città è qualcosa di inaccettabile perché colpisce e offende la sensibilità dei cittadini e la memoria dei loro cari. E sono numerose, ormai, le segnalazioni che i messinesi, invano, stanno indirizzando all’Amministrazione comunale per denunciare questa vergognosa situazione. Un’indecenza documentata da foto e video in cui emerge, chiaramente- spiega Sottile –  la condizione disastrata di quello che invece dovrebbe essere un luogo di preghiera e raccoglimento. Loculi aperti, assenza di sicurezza, accessi inagibili, specie per anziani e portatori di handicap e cantieri fermi da anni, sono solo alcune delle principali, sconfortanti, istantanee che l’azione, o meglio l’immobilismo, della politica targata Accorinti consegna ancora una volta alla nostra città. gran-camposanto-2

La capacità di governare un territorio – evidenzia il consigliere comunale –  si misura anche dal livello di attenzione e cura che si riservano alla sfera affettiva e più intima della collettività. A Messina, al contrario, non sembra esserci spazio per la dimensione spirituale e per il doveroso omaggio che il cittadino desidera rivolgere ai propri defunti. La vicenda – rimarca Sottile – assume contorni ancor più indecorosi in ragione dell’imminente celebrazione dei defunti e della sostanziale inerzia che, fino ad oggi, ha contrassegnato l’amministrazione comunale la cui nefasta parentesi di governo cittadino è l’unico ricordo che Messina può tranquillamente cancellare. Ai cittadini, invece, sia garantito il diritto di commemorare, degnamente, i propri cari. gran-camposanto-3

Per questo – conclude il consigliere comunale – chiediamo al sindaco un immediato sopralluogo al Gran camposanto e una puntuale e capillare ricognizione degli interventi, quanto meno quelli più urgenti, di messa in sicurezza, ripristino del decoro pubblico e delle condizioni igieniche che devono essere effettuati. Il 2 novembre è ormai alle porte e non vorremmo che oltre alla commemorazione dei defunti fossimo costretti a celebrare anche la morte dell’umana pietà”. gran-camposanto-4

(189)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *