Fiaba per NeMO. La disabilità vista attraverso gli occhi dei bambini

Chi è differente è speciale” recita la favola letta e compresa dai bimbi delle classi terza della scuola primaria Istituto Spirito Santo di Messina nell’ambito del progetto Fiaba per NeMO. Un seminario, giunto alla sua terza edizione, promosso da Fondazione Aurora Onlus (ente gestore del Centro Clinico NeMO SUD), pensato per far conoscere ai bimbini il delicato tema della disabilità, raccontata attraverso le parole di “I doni del Regno di Reya”, scritta a Letizia Bucalo e i cui disegni sono di Maria Irrera.

Due le classi che hanno conosciuto gli operatori del Centro Clinico NeMO SUD. Medici e terapisti hanno parlato della loro professione ai bimbi, rispondendo alle tantissime domande. I neurologi Gianluca Vita ed Irene Aricò, le infermiere Marianna Borgia e Laura Bruzzese, la neuropsicologa Stefania La Foresta e le tirocinanti di neuropsicologia clinica, sono coloro che hanno – al di fuori del loro orario di lavoro – donato tempo ed entusiasmo a questo progetto.

Progetto che si è concluso con una vera e propria festa, che ha avuto per protagonisti i sorrisi dei bambini. Tutti insieme sul palco del Teatro Annibale Maria di Francia.

 Ad accogliere gli ospiti presenti è stata la Preside dell’Istituto, Suor Giuseppina Musumarra, che ha ringraziato il Centro NeMO per la bella opportunità donata ai bambini. La Preside ha anche ricordato che il progetto era stato già realizzato due anni fa con grande successo.

A premiare i bambini alla fine del progetto Fiaba per NeMO sono stati: l’assessore ai servizi sociali Alessandra Calafiore, il presidente del Consiglio Comunale Claudio Cardile, il direttore di Tempo Stretto Rosaria Brancato, il direttore di MessinaOra Palmira Mancuso, il direttore di Normanno Paola Floriana Riso, la decana delle giornaliste siciliane Italia Moroni Cicciò, il giornalista e conduttore su TCF di “Malalingua” Emilio Pintaldi, il giornalista della Gazzetta del Sud Sebastiano Caspanello, il giornalista di RTPtv Domenico Bertè, la scenografa Cristina Ipsaro Passione, La founder di Subversiva Adv Maria Irrera, la founder di SUM Agenzia di Comunicazione Eleonora Urzí Mondo.

Emozionati e felici, ai bambini è stata letta la motivazione per cui è stato assegnato il premio e la menzione speciale: originalità, saggetta, creatività, sensibilità, con il loro cuore sono riusciti tutti a comprendere l’importanza dell’amore, che supera ogni tipo di diversità. Perchè il segreto è proprio guardare gli altri ed il mondo con gli occhi dei bambini.

Il NeMO SUD è il Centro Clinico sito presso il Policlinico universitario “G.Martino” di Messina, ed è riferimento in tutto il Sud Italia per i pazienti affetti da patologie neuromuscolari.

(149)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *