Ex Provincia di Messina. L’accordo tra Stato e Regione in fase di firma

cateno de luca e alessio villarosa«L’accordo tra Stato e Regione Siciliana che attribuirà alle ex province 150 milioni di euro è in fase di firma». Ad annunciarlo è il sottosegretario Alessio Villarosa. Una soluzione che dovrebbe scongiurare il fallimento dell’ex Provincia di Messina e delle Città Metropolitane siciliane.

Alessio Villarosa comunica, infatti, che il primo passo per la formalizzazione dell’accordo è stato fatto. Il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, ha firmato ieri l’addendum all’accordo del dicembre scorso, sul quale, nei giorni scorsi, era stata raggiunta l’intesa con la Regione Siciliana.

In tempi brevissimi, acquisita la firma del Ministro Tria e del Presidente della Regione Siciliana, l’accordo troverà attuazione in sede legislativa con la presentazione di un ulteriore emendamento al decreto legge sblocca cantieri con il quale sarà autorizzata l’erogazione delle risorse destinate alle ex province.

«Nonostante le notevoli difficoltà incontrate – dichiara Villarosa – l’impegno profuso da tutti ha consentito di dare un primo importante aiuto alle ex province in attesa della definitiva attuazione delle norme dello Statuto Siciliano in materia finanziaria».

I 150 milioni di euro, infatti, non sono sufficienti per scrivere la parola fine sulla questione. Lo sa bene il sindaco della città Metropolitana di Messina, Cateno De Luca che afferma «Non bastano i 150 milioni di euro per salvare le ex Province siciliane dal dissesto finanziario, servono 350 milioni».

De Luca, quindi, conferma l’appuntamento con la marcia dei sindaci, fissata per mercoledì 15 maggio in Piazza Indipendenza a Palermo.

 

(113)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *