L’ex Hotel Riviera alle famiglie delle baracche: l’idea di Arisme per Messina

Comprare l’ex Hotel Riviera e usare i locali come alloggi per le famiglie che attualmente vivono nelle baracche di Messina. È questa la possibilità valutata in questi giorni dell’Agenzia per il risanamento (Arisme) di fronte alla difficoltà riscontrata nel trovare immobili disponibili.

L’ex Hotel Riviera, ormai in stato di totale abbandono, rientra infatti tra gli immobili di cui la Città Metropolitana di Messina, vista la crisi che da tempo la attanaglia, sta cercando di disfarsi con l’obiettivo di tagliare le spese, i “rami secchi” che portano all’Ente più costi che altro. La prossima settimana, quindi, dovrebbe essere presentato un nuovo bando per la presa in carico della struttura e l’Agenzia per il Risanamento potrebbe presentare un’offerta.

A spiegare le motivazioni di questa scelta è stato lo stesso presidente del CdA della Partecipata comunale, Marcello Scurria, che ha chiarito come attualmente si stiano riscontrando molte difficoltà nel trovare alloggi da destinare alle famiglie coinvolte nello sbaraccamento e nel risanamento della Città dello Stretto. Difficoltà dovute, secondo Scurria, almeno in parte a pregiudizi nei confronti di queste famiglie. Chiaramente tutto potrebbe dipendere anche dal prezzo fissato per l’acquisto dell’Hotel Riviera.

In ogni caso, la storia recente non aiuta. Nel 2016, per esempio, un bando per l’acquisto della struttura era stato pubblicato e un’offerta era stata fatta, ma il tutto si è risolto in un contenzioso.

(363)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *