Erasmus Day: al Conservatorio Corelli è tutto pronto per la partenza

foto dell'esterno del conservatorio corelli - messinaAustria, Belgio, Finlandia, Irlanda e Polonia, sono solo alcune delle mete cui gli studenti e i docenti del Conservatorio “A. Corelli” di Messina possono ambire grazie al bando Erasmus 2018/2019, illustrato oggi, giovedì 15 febbraio, nell’Aula Magna dell’Istituto.

Un lungo pomeriggio durante il quale gli studenti e i docenti interessati hanno avuto la possibilità di ascoltare le testimonianze dirette e i consigli di chi ha già fatto quest’esperienza lo scorso anno. Nel corso dell’incontro Maria Carla, in collegamento da Varsavia tramite webcam, ha raccontato la sua avventura, dalle difficoltà iniziali alle piccole vittorie e agli insegnamenti che potrà mettere in valigia al suo ritorno da questo soggiorno di studio all’estero.

studenti erasmus conservatorio corelli - messinaA seguire, sono intervenuti anche due studenti stranieri che attualmente si trovano a Messina proprio grazie al progetto Erasmus. Provenienti dalla Navarra, nel nord della Spagna e da Murcia, situata invece nel sud della Penisola Iberica, Itziar e Jesùs, entrambi flautisti, sono arrivati qui a ottobre e hanno deciso di estendere la loro permanenza in città fino a giugno per portare avanti il percorso intrapreso, anziché rientrare a febbraio, come previsto dai piani iniziali. «Ci stiamo trovando bene e stiamo imparando molto – ha spiegato Itziar – così abbiamo deciso di restare un po’ di più». Tra marzo, aprile e maggio, quindi, parteciperanno entrambi a diversi concerti insieme ai ragazzi del Corelli.

Ma l’Erasmus, si sa, non è solo studio: «Abbiamo stretto tante amicizie – raccontano entrambi sorridendo. Quando arrivi non conosci nessuno, ma in poco tempo leghi con le persone con cui ti trovi a contatto, poi la gente è aperta».

E sempre di contatti, amicizia e musica, è stata condita anche l’avventura all’estero di Giuseppe, iniziata a settembre a Namur, in Belgio, e conclusasi da qualche giorno: «È stata una bella esperienza, mi sono sentito come se fossi a casa – racconta. Gli insegnanti sono molto preparati, professionali e mi hanno insegnato molto. Tra l’altro, ho avuto la possibilità, insieme agli altri ragazzi che sono partiti con me, di suonare con l’orchestra del conservatorio a Namur e poi anche a Bruxelles».

Come funziona?

erasmus day corelliConclusi i racconti dei docenti e degli studenti, sempre pronti a rispondere alle domande di chi sta valutando la possibilità di un percorso analogo, sono stati illustrati i possibili percorsi di studio e di lavoro compresi nel bando Erasmus 2018/2019.

Gli studenti della triennale e della magistrale hanno la possibilità di candidarsi sia per il Bando mobilità studenti per motivi di studio, in scadenza il 26 febbraio 2018, che per un eventuale tirocinio, in scadenza il 4 aprile 2018. Il primo prevede un soggiorno tra i tre e i dodici mesi, mentre il secondo può andare da un minimo di due a un massimo di dodici mesi per ogni ciclo di studi.

Ma il progetto Erasmus è rivolto anche a docenti e staff del Conservatorio, che possono fare domanda per la Mobilità Docenti e Staff. In questo caso la scadenza è fissata per il 31 maggio 2018 e la durata della borsa di studio è compresa tra un minimo di due giorni a un massimo di due mesi.

Tutti i dettagli sono disponibili nella sezione bandi del sito del Conservatorio Corelli.

(134)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *