Emergenza rifiuti, pochi mezzi e operatori in ferie o malati. Partito da via Palermo il Piano straordinario

rifiuti luglio 2014La Messinambiente spiega come si è giunti alla nuova emergenza rifiuti e ha disegnato il nuovo Piano raccolta partito ieri sera dalla via Palermo:

“La città di Messina anche in questi giorni è purtroppo interessata in alcune zone periferiche della città da ritardi nella raccolta che hanno comportato formazione di cumuli ed alcuni disagi di cui ci scusiamo con la cittadinanza tutta. Garantiamo al contempo il massimo impegno per il veloce ripristino di tutte le zone che ci sentiamo di poter concludere entro i primi giorni della prossima settimana con un programma di recupero che parte da stanotte e prevederà l’intervento in queste prime zone:

01.07.2014: ore 21 via palermo, viale giostra, ritiro, s. jachiddu, tremonti, Zafferia, Larderia, Minissale, Vill. Aldisio, Gescal, case gialle – con pala gommata. Via industriale, viale italia, principe umberto, regina margherita, regina elena.

02.07.2014: ore 06 Viale gazzi-viale policlinico- Salice, s.s. 113, eventuale completamento programma serale + V.Bertuccio – Fondo Fucile – Torrente Luce.

Tutte le altre zone saranno programmate nella giornata di domani.

Molti ci chiedono le cause di questi ennesimi ritardi nonostante i tanti cambiamenti di cui l’azienda è stata interessata nei vertici aziendali ed in una iniziale riorganizzazione dei servizi.

I fattori concomitanti che hanno determinato l’attuale situazione di disagio sono stati i seguenti:

1) Modifica zone di raccolta dal 25 giugno: sono state ridotte le zone di raccolta da 29 a 22, aumentando il numero di cassoni per zona per cercare di migliorare l’efficienza del servizio con qualche disagio iniziale che era prevedibile. E’ in corso la formazione del personale sulle nuove zone assegnate e a brevissimo sicuramente questo lavoro sarà ultimato con un beneficio strutturale che speriamo riduca la possibilità di formare altre emergenze.

2) Tali zone sono progettate nelle ipotesi di una dotazione di mezzi media che in realtà è drasticamente peggiorata nei giorni scorsi toccando anche il minimo storico. Per questo l’azienda ha provveduto ad attivare il noleggio di mezzi aggiuntivi che senza dubbio è più oneroso ma è l’unico modo per averne di aggiuntivi in tempi brevissimi. Al contempo e per evitare la strategia dei noleggi l’azienda ha avviato procedure pubbliche per l’acquisto di mezzi nuovi ed usati così come la ricerca presso altre aziende pubbliche di altre città.

3) Nella sera di sabato 28 si è invertita la situazione: camion fermi per mancanza di autisti e operatori, a causa accumulo permessi vari, malattie e legge 104 a fine mese. Ciò ha causato altre 4 zone di raccolta saltate. Su questo punto l’azienda sta rivedendo anche l’organizzazione del personale in modo da evitare che situazioni simili possano ripetersi in futuro.

4) La chiusura della discarica nella giornata di domenica 29 (per manutenzione) ha ridotto la possibilità del trasporto in discarica.

In questi giorni saremo impegnati con tutte le nostre energie ed attenzione a recuperare tutti gli accumuli e tornare ad un buon livello di decoro cittadino. Messinambiente vuole lavorare per continuare a migliorarsi sempre e a migliorare la qualità dei servizi alla città di Messina.

Per segnalazioni, proposte o richieste ricordiamo il numero verde 800042222 o le mail info@messinambiente.it o aziendapartecipata@messinambiente.it

(45)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *