Elezioni Politiche 2018: ecco dove ritirare la tessera elettorale

Foto repertorio elezioni politiche camera e senatoIn occasione delle elezioni politiche di domenica 4 marzo, il Comune di Messina invita i cittadini chiamati a esercitare il diritto di voto a verificare di essere in possesso della tessera elettorale.

Chi ne fosse sprovvisto può ritirarla recandosi o all’ufficio Elettorale di Palazzo Zanca o alle sedi municipali:

  • I circoscrizione, a Tremestieri, S.S. 114 bivio Larderia;
  • II circoscrizione, nel Palazzo Servizi dello Stadio San Filippo;
  • III circoscrizione, plesso scolastico G. La Pira, Camaro S. Paolo;
  • IV circoscrizione, in via dei Mille is. 88 n. 257;
  • V circoscrizione, in via Appennini a Villa Lina e nel centro Servizi di via Cile, a San Licandro;
  • VI circoscrizione, a Ganzirri in via Consolare Pompea n. 1853 e nell’ufficio di via Lago Grande.

Sarà possibile ritirare le tessere elettorali, oltre che nei consueti orari di apertura al pubblico, anche:

  • venerdì 2 e sabato 3, dalle ore 9.00 alle ore 18.00;
  • domenica 4, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, in concomitanza con l’apertura dei seggi elettorali.

La tessera viene consegnata al titolare o a un familiare convivente. Per la consegna ad altri soggetti è necessario che gli stessi siano muniti di delega sottoscritta dal titolare, corredata da fotocopia del documento di identità del delegante.

La votazione si svolgerà nell’unica giornata di domenica 4, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, e, per evitare che si verifichino situazioni di sovraffollamento, disguidi o ritardi nelle operazioni dei seggi, il Comune consiglia, in una nota, di evitare, per quanto possibile, le fasce orarie immediatamente antecedenti la chiusura della votazione. È pertanto preferibile recarsi a votare sin dalla prima mattina.

Per quanto concerne le modalità di identificazione, si ritiene utile ricordare quanto dettato dall’art. 57 del D.P.R. n. 361/1957 che prevede che gli elettori, per essere ammessi al voto “devono esibire la carte d’identità o altro documento di identificazione rilasciato dalla pubblica amministrazione, purché munito di fotografia” (primo comma) e che sono validi “anche le carte d’identità e gli altri documenti di identificazione … scaduti, purché i documenti stessi risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione del votante (secondo comma).

Si fa presente inoltre che il Ministero dell’Interno, con circolare n. 2 del 14/2/2018, ha stabilito che gli elettori possono essere identificati anche mediante ricevuta della carta d’identità elettronica, poiché essendo munita della fotografia del titolare, dei dati anagrafici e del numero della CIE cui si riferisce, risponde ai requisiti di documento di riconoscimento di cui all’art. 1, comma 1, lett. e, del D.P.R. n. 445/2000.

(300)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *