Per i servizi di tutela e ordine, due nuove unità navali alla Guardia di Finanza

tn GdFcostieraDue nuove unità navali sono state consegnate, nella Sezione Operativa Navale di Messina al Comando Provinciale di Messina e al Reparto Operativo Aeronavale di Palermo. Le nuove imbarcazioni saranno impiegate per le diverse missioni istituzionali affidate al Corpo, compresi anche i servizi di polizia economico-finanziaria.

L’unità assegnata al Comando Provinciale di Messina, che a breve sarà schierata  alla Tenenza di Lipari, è un battello pneumatico “Zodiac Hurricane – H940 Mach II” con carena d’alluminio, con schiuma ad alta galleggiabilità.

L’impiego della nuova unità navale nell’arcipelago eoliano consentirà una maggiore integrazione fra componente navale e territoriale, al fine di tutelare sempre più efficacemente gli interessi pubblici, a cominciare da quelli economico finanziari, oltre a consentire di operare agevolmente in tutte le sette isole minori, agendo in un contesto di coordinamento con altre Autorità, anche per assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica in mare.

Il gommone è particolarmente indicato per l’utilizzo di vedetta costiera. La carena garantisce eccellenti prestazioni sicure e affidabili nonché un ottimo grado di assorbimento degli urti nella navigazione in condizione di mare molto agitato. Le sue dimensioni (9,61 mt di lunghezza e 3,22 mt di larghezza), ma soprattutto i due motori da 300 hp ciascuno, gli consentono di raggiungere la velocità massima di 45 nodi. Le elevate capacità dei serbatoi (900 litri)  gli permettono di avere un  raggio di autonomia molto esteso anche in condizioni meteo marine avverse.

L’altra unità “V.3100”, assegnata alla Sezione Operativa Navale di Messina, va a completare l’organico del reparto, che vede l’impiego di tre vedette classe V.2000. L’imbarcazione, costruita dal cantiere navale Buzzi (lunghezza mt.16,40 – larghezza mt. 2,875 per un dislocamento di 11.680 kg.) è uno scafo ad elevatissime prestazioni, basato su una carena a “V”, testato per navigare in condizioni di mare mosso. Ha una manovrabilità molto buona grazie alla larghezza ridotta, un buon coefficiente di penetrazione e poca resistenza al vento laterale. La vedetta è indicata per utilizzo multi-ruolo. È motorizzata con due motori da 1200 Hp ciascuno i quali sviluppano una velocità massima di 68 nodi per una autonomia di 490 miglia. L’unità sarà impiegata in servizio di prevenzione e repressione delle attività illecite a mare, del lavoro nero,  per la lotta al contrabbando, all’immigrazione clandestina e alla tutela degli interessi di natura economica-finanziaria affidata al Corpo. Altra importante caratteristica  della “ V.3100” è  la circostanza di essere l’unica tra tutte le unità navali della G. di F. ad essere strutturalmente allestita per il trasporto di eventuali  feriti,  essendo la stessa dotata di nr.2 barelle galleggianti e nr. 1 gruetta per il successivo sbarco. Questa peculiarità, unita alle elevate velocità, la rende particolarmente idonea al soccorso in mare per la salvaguardia della vita umana, anche in condizioni meteo-marine avverse.             

(77)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *