Dinnamare: arriva il quadro e il Santuario si trasforma in discoteca – VIDEO

Santuario DinnamareBancarelle, musica dance a tutto volume, motorini che scorrazzano liberamente. Non stiamo descrivendo ciò che è possibile vedere e sentire all’esterno di una discoteca o nel vivo di una sagra di paese. E’ la cartolina che ha regalato stanotte il santuario di Dinnamare.

Da secoli, la cima dell’imponente vetta dei Peloritani è collegata al culto mariano. Ogni 3 agosto centinaia di fedeli portano in processione l’antico quadro della Madonna partendo a mezzanotte da Larderia Inferiore per arrivare sul monte alle prime luci dell’alba. Un cammino lungo e faticoso che molti devoti compiono per i sentieri scavati nella montagna.

Una tradizione che andrebbe onorata con il silenzio, rispettando anche la quiete dei boschi che si attraversano. Purtroppo non è così: le immagini che vi mostriamo sono state girate alle 3.30 di questa notte e immortalano scene che nulla hanno a che vedere con un’antica processione religiosa. Il piazzale antistante il Santuario si è trasformato in un mercatino con bancarelle e venditori ambulanti. Decine di ragazzi utilizzano lo spiazzo come pista per i loro motorini, qualcuno impenna tra i passanti che affollano il luogo. I tanti fedeli, già all’interno della chiesa, sono costretti a pregare a ritmo di musica diffusa al massimo volume per tutta la notte. Le “piacevoli” note di canzoni neomelodiche rimbombano per tutta la vallata. C’è chi all’interno del Santuario cerca riposo dopo il lungo percorso affrontato, ma è impossibile farlo.

Agli occhi di chi percorre in notturna i sentieri che si inerpicano sulla dorsale che porta a Dinnamare si presentano scenari suggestivi, panorami mozzafiato che svelano il fascino dello Stretto. Dall’alto la città è meravigliosa, diversa. Ma poi basta arrivare in cima per sentirsi (purtroppo) nuovamente a casa.

Andrea Castorina

(3985)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *