Differenziata a rilento nella zona nord. Laganà: “Inciviltà e assenza di controlli”

Poco più di un mese fa è entrata in vigore la nuova fase della raccolta differenziata in alcuni villaggi della zona nord, ma  la situazione non può certo definirsi positiva. Un vero flop si è rivelata a Torre faro, come denuncia il presidente della sesta circoscrizione Orazio Laganà.

“Qui l’inciviltà dei cittadini la fa da padrone – sostiene Laganà – in quanto nessuno rispetta le regole imposte da Messinambiente per il conferimento dei rifiuti. I sacchetti vengono lasciati fuori orario e non  depositati correttamente nei giorni previsti, con il risultato che giacciono in strada per giorni. Gli operatori infatti, non raccolgono  i rifiuti non conformi in base alla tabella a suo tempo distribuita ai cittadini con un calendario preciso”.

Il servizio di raccolta infatti prevede che nei  giorni dispari venga prelevato l’ umido, il martedì la carta,  il giovedì l’indifferenziata, il sabato la plastica e le lattine. I rifiuti, secondo i dettami di Messinambiente, recentemente comunicati, non devono essere esposti  prima delle 22, nè dopo le 6 ed è obbligatorio esporre solo il rifiuto indicato nel prospetto in possesso degli utenti.

“Il problema è  – continua il Presidente della sesta circoscrizione – che non c’è un adeguato controllo su eventuali trasgressori e questo fa sì che l’inciviltà dilaghi”.

La situazione migliora leggermente a Ganzirri, dove i residenti si sono mostrati più sensibili al nuovo sistema di raccolta, anche se qui sarebbero  le attività commerciali a non rispettare le regole.

“Spesso noto davanti a ristoranti e negozi cataste di rifiuti di tutti i generi – sostiene Orazio Laganà. I gestori dei locali, anche in base alla recente ordinanza del sindaco Accorinti, sono obbligati ad effettuare la differenziata, prendendo accordi con soggetti autorizzati allo smaltimento. Ma è pur vero – continua – che le ordinanze si rivelano inutili se nessuno le fa rispettare”.

Tra gli altri villaggi interessati c’è Salice. Qui la differenziata sarebbe dovuta partire oggi, ma tutto è stato rinviato al 5 settembre, per consentire un ultimo incontro per informare  i cittadini. La riunione, che si terrà  venerdì 2, servirà anche per distribuire gli ultimi kit prima di iniziare. “La differenziata sarebbe dovuta cominciare  contemporaneamente anche a Gesso e Orto Liuzzo, ma al momento – dice Laganà- non si hanno notizie per questi ultimi”.

 

(246)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *