Democrazia partecipativa: Messina protagonista di un progetto-pilota del Consiglio d’Europa

Sede del Consiglio d'Europa a StrasburgoDemocrazia partecipativa: Messina sarà una delle tre città europee in cui verrà sperimentato un progetto-pilota del Consiglio d’Europa.

Giovedì 19 ottobre, alle 10.30, nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca il sindaco di Messina, Renato Accorinti, e l’assessore alla Cultura, Federico Alagna, presenteranno il lavoro realizzato insieme al Consiglio d’Europa e a The Democratic Society.

Il Consiglio d’Europa è un’organizzazione internazionale nata il 5 maggio 1949, con sede a Strasburgo e, ad oggi, conta 47 stati membri, 28 dei quali fanno parte anche dell’Unione Europea. Le finalità principali dell’organizzazione sono la salvaguardia della democrazia, dei diritti umani, della libertà d’espressione e l’armonizzazione delle pratiche sociali tra gli stati membri. The Democratic Society è una ONG (organizzazione non governativa) con sede in Inghilterra e uffici a Brighton, Bruxelles, Edimburgo e Manchester. Collabora con governi e amministrazioni e si occupa principalmente di promuovere la democrazia a livello mondiale e di diffondere buone pratiche che possano favorire la partecipazione tra cittadini e istituzioni.

All’incontro di giovedì parteciperanno Nicoletta Manzini, funzionaria del Consiglio d’Europa; Anthony Zacharzewski e Francesca Attolino, rispettivamente presidente e funzionaria dell’associazione The Democratic Society. Nel corso della conferenza verrà illustrato il report del Consiglio d’Europa sullo stato della partecipazione a Messina, fornendo inoltre una comparazione con altre realtà. Verranno infine illustrate le iniziative che coinvolgeranno la città dello Stretto nel Forum Mondiale della Democrazia, che si terrà a Strasburgo il prossimo novembre.

(119)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *